slot

Il Consiglio di Stato, a seguito di un ricorso presentato da un tabaccaio, ha annullato il provvedimento voluto dal Comune di Finale Ligure (SV) che prevedeva limiti orari al funzionamento di sale gioco e slot. Due anni fa l’amministrazione del sindaco Ugo Frascherelli aveva approvato un regolamento comunale ad hoc, che prevedeva che le slot machine potessero rimanere accese solo in orario serale e notturno e cioè dalle 20 alle 6, compresi i giorni festivi.

Al di fuori degli orari stabiliti, gli apparecchi da gioco dovevano essere spenti e disattivati e gli esercenti non potevano accettare scommesse, né praticare giochi leciti con vincita in denaro di ogni genere. Secondo il ricorso “sebbene il provvedimento si prefiggeva di contrastare il fenomeno della ludopatia, tuttavia non sarebbe stato sorretto da adeguata documentazione circa le specifiche problematicità (numero dei soggetti ludopatici in cura presso le strutture competenti) nel territorio del Comune di Finale Ligure”. In accordo con la Federazione Italiana Tabaccai sarà quindi modificato nuovamente l’orario di funzionamento delle slot. Potranno restare accese dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 21 di tutti i giorni compresi i festivi. La modifica al regolamento sarà votata oggi pomeriggio durante il consiglio comunale, alle 15,30. E’ quanto scrive ilsecoloxix.it.