Estensione applicazione dei protocolli di sicurezza previsti per l’ingresso nei locali di gioco fino al 31 luglio. É per ora solo un’ipotesi su cui sta lavorando il governo.

Il prossimo decreto del ministero della Salute atteso per domani potrebbe estendere le misure contenute nel Dpcm dell’11 giugno scorso al 31 luglio prossimo.

Fino a questa data resterebbero in vigore i protocolli di sicurezza come condizione di apertura delle attività produttive e commerciali, assicurando che la distanza interpersonale di almeno un metro sia rispettata, che gli ingressi avvengano in modo dilazionato e che venga impedito di sostare nei locali più del tempo necessario all’acquisto dei beni. Una misura, questa, giudicata dal ministero indispensabile in questa fase di aumento dei contagi da importazione.

Il DPCM dell’11 giugno scorso ha disposto la riapertura delle attività di gioco pubblico, comprese sale bingo e sale slot.

Le disposizioni da osservare per l’apertura di sale slot e giochi in generale prevedono la predisposizione di una adeguata informazione sulle misure di prevenzione, comprensibile anche per i clienti di altra nazionalita’. Può anche essere rilevata la temperatura corporea, impedendo l’accesso in caso di temperatura > 37,5 °C.

L’accesso nelle aree slot e vlt oltre che tavoli bingo deve essere consentito in modo ordinato, al fine di evitare assembramenti di persone e di assicurare il mantenimento di almeno 1

metro di separazione tra gli utenti, ad eccezione delle persone che, in base alle disposizioni vigenti, non siano soggette al distanziamento interpersonale. Se possibile vanno organizzati percorsi separati per l’entrata e per l’uscita.

Il gestore e’ tenuto anche a calcolare e a gestire le entrate dei clienti in tutte le aree (comprese le aree distributori di bevande e/o snack, aree fumatori, ecc.) per evitare assembramenti,.

Il personale di servizio deve utilizzare la mascherina e deve procedere ad una frequente igienizzazione delle mani.

La postazione dedicata alla cassa puo’ essere dotata di barriere fisiche (es. schermi); in alternativa il personale deve indossare la mascherina e avere a disposizione gel igienizzante per le mani. In

ogni caso, favorire modalita’ di pagamento elettroniche.

I clienti dovranno indossare la mascherina negli ambienti al chiuso e all’esterno tutte le volte che non e’ possibile rispettare la distanza interpersonale di 1 metro.

• Periodicamente (almeno ogni ora), e’ necessario assicurare pulizia e disinfezione delle superfici dei giochi a contatto con le mani (pulsantiere, maniglie, ecc).

• Le apparecchiature che non possono essere pulite e disinfettate non devono essere usate. Non possono altresi’ essere usati i giochi a uso collettivo in cui non sia possibile il distanziamento

interpersonale di almeno 1 metro.

Per gli impianti di condizionamento, e’ obbligatorio, se tecnicamente possibile, escludere totalmente la funzione di ricircolo dell’aria. In ogni caso vanno rafforzate ulteriormente le misure per il ricambio d’aria naturale e/o attraverso l’impianto, e va garantita la pulizia, ad

impianto fermo, dei filtri dell’aria di ricircolo per mantenere i livelli di filtrazione/rimozione adeguati.