Procedono senza sosta i controlli straordinari del territorio, predisposti in tutto il territorio perugino nell’ambito del progetto “Borghi Sicuri”, fortemente voluto dal Questore di Perugia Giuseppe Bellassai, con l’obiettivo di innalzare la percezione di sicurezza dei cittadini del capoluogo e dei Comuni della provincia.

La Questura di Perugia attraverso questo progetto ha rafforzato i servizi incrementando l’impiego di uomini e mezzi con la finalità di prevenire e reprimere i reati predatori, i furti, lo spaccio di stupefacenti e le truffe agli anziani. Il monitoraggio – che ha visto impegnato il personale dell’Ufficio Controllo del Territorio del Commissariato e del Reparto Prevenzione Crimine Umbria-Marche – ha riguardato il centro di Foligno con un controllo che, successivamente, è stato esteso particolarmente sulle aree periferiche di Sant’Eraclio, Corvia e Borroni.

I controlli, preceduti da un’analisi del territorio e delle principali criticità, sono stati coordinati da un funzionario del Commissariato di Foligno che, dopo il consueto briefing operativo, finalizzato ad individuare gli obiettivi da monitorare, hanno interessato le principali vie di accesso al centro abitato, la Stazione, ma anche le zone più isolate.

Durante l’attività sono state 74 le persone identificate, 54, invece, i veicoli monitorati nel corso dei 3 posti di controllo effettuati. L’attività ha consentito anche di effettuare delle verifiche presso gli esercizi commerciali al fine di verificare il rispetto delle norme amministrative che disciplinano la vendita e la somministrazione di cibi e bevande, oltre a quella relativa alle slot machine.

Articolo precedenteSisal scrive un pezzo di storia dell’Eurojackpot in Italia: il 27 settembre 2019 realizzato a Rovello Porro (CO) un “5+0” da oltre 286mila euro
Articolo successivoElezioni, Centrodestra fa incetta di collegi a Roma: Federico Freni (Lega) primo con il 42,01% dei voti