Il team campano ha organizzato iniziative e momenti di incontro dedicati agli Esports, riempiendo la celebre rassegna internazionale con player, influencer ed eventi anche sociali in favore della pace in Ucraina

Dopo un inizio di 2022 che ha visto Esport Revolution ottenere grandi successi a livello competitivo, in particolare su Virtual Regatta e FIFA, il team professionistico di videogiochi campano si è reso grande protagonista anche al di fuori delle scene puramente esportive: il club fondato da Diego Trinchillo e Antonio Mercogliano “Tony Tubo” è infatti stato mattatore assoluto al Comicon di Napoli, la celebre rassegna internazionale dedicata al mondo dei giochi e dell’intrattenimento che ogni anno richiama migliaia di persone e appassionati.

Dal 22 al 25 aprile la città campana è stata al centro del mondo videoludico mondiale: proprio Esport Revolution, che ha sede vicino a Napoli, non poteva mancare a questo importante appuntamento “in casa”. Sfruttando anche il palco allestito per l’occasione e dedicato solo a Revolution, il team ha organizzato diverse attività e momenti di incontro: venerdì le gare di Virtual Regatta e il torneo regionale Campania di FIFA, sabato lo showmatch di FIFA contro GI7tch (il team del campione di calcio Ciro Immobile) e Napoli eSport, domenica i tornei di Madden in collaborazione con la Federazione Italiana Football Americano e il torneo di Football Manager, lunedì infine lo showmatch del Tennis World Tour contro Nest eSport.

A impreziosire questi momenti, la presenza di alcuni dei più grandi influencer, gamer e creator d’Italia: oltre a Tony Tubo, co-fondatore di Esport Revolution, presenti personaggi del calibro di GSkianto, Imviolet, Nello Taver, Shale Boom, Alessandra Gilioli e David Rubino, oltre a Mr Flame e Tutubi di Cerbero podcast che hanno trasmesso live una puntata proprio dal Comicon. Ma non solo, perché uno spazio importante è stato dedicato anche a temi sociali e di attualità: in particolare Esport Revolution è stato tra gli organizzatori del flashmob per la pace in Ucraina, realizzato nel corso dell’ultima giornata insieme a Legacy, MoreTv e agli Avengers ufficiali di Hasbro.

Quattro giorni intensi che hanno confermato lo spirito di Esport Revolution, contraddistinto sia da una grande passione per gli aspetti competitivi degli Esports, sia da una profonda attenzione ai legami col territorio campano e ai temi sociali che stiamo attraversando in questo momento storico. “Essere presenti al Comicon da protagonisti è stato per noi motivo di grandissimo orgoglio, soprattutto in quanto team campano che da sempre lavora per i ragazzi della nostra regione e del Sud Italia. Alle iniziative competitive e dimostrative dei nostri player, che hanno riscosso un enorme successo, abbiamo voluto sfruttare la vetrina internazionale per lanciare anche messaggi legati all’attualità – dichiarano Diego Trinchillo e Antonio Mercogliano –. Gli Esports hanno una grande forza comunicativa ed è giusto sfruttarla per sensibilizzare i giovani”.