Igor Lanzoni: “Italia presto padrona di casa di questa grande competizione”

Carlo Vinci ha riportato la medaglia d’argento in Italia conquistata all’Esports World Championship 2021 su Tekken 7 nell’ICE Mall di Eilat in Israele. È la prima storica volta che un player raggiunge tale risultato sul titolo di gioco. Una finale gioca molto bene contro una istituzione come la Corea del Sud.

Quella rappresentata da FIDE Federazione Italiana Discipline Elettroniche, è stata una partecipazione molto positiva. Solo problemi tecnici di postazione non hanno permesso all’altro italiano in gara su eFootball di arrivare a medaglia. Il partenopeo Raffaele Pagliuca è arrivato infatti tra i migliori 4 del mondo, dietro la vincitrice Georgia, il Messico e la Spagna.

Un secondo e un quarto posto per l’Italia in un evento globale dedicato agli Esports e organizzato dalla IESF International Esport Federation. Una fase finale disputata dal 16 al 19 novembre dove oltre 40 nazioni di tutto il mondo si sono sfidate per la vittoria finale. Israele ha ospitato la 13esima edizione dell’unica manifestazione di caratura mondiale dove singoli players rappresentano la propria nazione. Durante la cerimonia di chiusura la presentazione della prossima edizione mondiale che si svolgerà nel 2022 a Bali.

Igor Lanzoni Presidente FIDE: “Quest’anno ho avuto l’onore come presidente FIDE di vedere l’Italia portare a casa un risultato competitivo mai raggiungo sin’ora. Rivolgo i miei più sentiti complimenti a Carlo Vinci e Raffaele Pagliuca, che sono riusciti a portare un ulteriore segnale positivo per l’esport in Italia, in un periodo così difficile e pieno di ostacoli di cui tutti abbiamo sofferto. Il prossimo obiettivo è Bali 2022 forti di questa performance e con lo sguardo ad un’Italia presto padrona di casa di questa grande competizione”.