Dal 14 al 24 ottobre Bolzano accoglierà la prima edizione di Game Ground, il festival del videogioco organizzato dall’associazione BeYoung (UPAD) con il sostegno dell’Ufficio Politiche Giovanili della Provincia di Bolzano, che trasformerà la città per 10 giornate all’insegna di mostre di retrogaming interamente giocabili, eventi a teatro, conferenze e incontri completamente gratuiti. Quando negli anni Settanta i videogames cominciarono a muovere i loro primi passi nei bar e nelle sale giochi, accanto a flipper e jukebox, nemmeno i loro ideatori avrebbero potuto immaginare che poco meno di cinquant’anni dopo quella curiosa invenzione sarebbe stata al centro di una vera e propria industria, fiorente al punto da superare il fatturato del cinema o dello sport. Erano i tempi di Pong, Space Invaders e Asteroids, giochi tanto semplici quanto divertenti: oggi i videogames raggiungono incredibili livelli di complessità, sono in grado di raccontare storie, emozionare e far riflettere, proprio come avviene nel caso di un film o di un romanzo.

Il festival: le mostre giocabili

Game Ground celebra questo mondo affascinante e sorprendente nelle sue innumerevoli sfaccettature, e lo fa proprio a partire dalla storia, attraverso 100 postazioni (console, cabinati arcade) visitabili e completamente giocabili in maniera gratuita, posizionate in alcuni luoghi di aggregazione e cultura della città (Museion, 20Twenty, Museo di Scienze Naturali dell’Alto Adige, spazio DRIN, Spazio Young -ex Resistenze) che promettono di evocare i ricordi di chi ha vissuto le sale giochi nel loro splendore, ma anche di suscitare la curiosità dei più giovani, magari coinvolti dagli stessi genitori in una sfida intergenerazionale al “best score”.

Game Ground mira proprio a coinvolgere e divertire tutti, adulti e bambini, appassionati di gaming e famiglie, grazie all’immediatezza dei vecchi coin op e dei titoli per retroconsole e home computer: classici senza tempo come Pac-Man, Street Fighter II, Super Mario Bros., Donkey Kong che riprendono vita per più di dieci giorni in giro per la città.

Il festival: il programma degli eventi

Dal 14 al 24 ottobre le mostre di Game Ground rimarranno aperte, visitabili e giocabili per il pubblico secondo gli orari dei vari spazi (tutti controllabili dal sito web ufficiale della manifestazione). L’accesso alle mostre è gratuito con controllo del Green Pass sul posto. Il festival però proseguirà con numerose altre iniziative, entrando nel vivo nel weekend dal 22 al 24 ottobre.

La prima settimana (fino al 21) sarà invece dedicata ad alcuni eventi di contorno online (interventi con alcune grosse realtà nazionali) visibili in diretta dai canali Facebook e YouTube del festival e a due serate di sfide videoludiche al Museion (il 14 e 21 dalle 18 alle 22). Da venerdì 22 ottobre il programma si farà più intenso per un weekend che raccoglierà una grande quantità di eventi suddivisi tra 6 location: Museo Mercantile, Centro Trevi, UPAD, Twenty, NOI Techpark e Teatro Rainerum.

Venerdì 22 l’ospite principale sarà Gianluca Iacono, doppiatore fra gli altri di Vegeta in Dragon Ball, che insieme al game designer Michele Lanzo, terrà un incontro a partire dalle 21 nell’Aula Magna di UPAD dal titolo “Parola, voce e videogioco”. Sabato 23 si alterneranno nei diversi spazi incontri che affronteranno, tra le altre cose, psicologia, design, genitorialità, inclusione e sostenibilità ambientale. Alcune conferenze tematizzate racconteranno anche l’universo di Final Fantasy e l’apocalisse nei videogiochi.

All’Upad si terrà un laboratorio per ragazzi sulla creazione di un videogioco a tema ambientale, mentre il Teatro Rainerum permetterà al pubblico di assistere o cimentarsi direttamente nel gameplay insieme ad alcuni personaggi di spicco: il doppiatore Iacono che giocherà a Dragon Ball FighterZ con il pubblico e lo youtuber Rick Du Fer che mostrerà, giocando, la filosofia dietro al videogame Bloodborne. Evento speciale sempre al Rainerum in serata quando, dalle 21, il conduttore televisivo Giovanni Muciaccia, noto soprattutto per Art Attack, “costruirà” in live alcuni livelli del videogioco Mario Maker assistito dalla twitcher Kurolily.

Giornata finale domenica 24 ottobre con numerosi altri interventi tematici rivolti a Dante Alighieri e le sue rappresentazioni all’interno della pop culture, la storia americana tra Red Dead Redemption e The Last of Us 2, interventi dedicati a Lara Croft, Andy Warhol ed i videogiochi horror. Al NOI Techpark si parlerà anche di cultura giapponese e traduzioni grazie alla presenza della start-up locale Animeshon, mentre la storia antica sarà protagonista al Museo Mercantile quando attraverso il gameplay di Assassin’s Creed verranno spiegate le varie accuratezze e imprecisioni storiche. Il Teatro Rainerum ospiterà lo youtuber Victorlaszlo88 che racconterà i videogiochi e il cinema mentre gioca a Super Mario, mentre alle 18 si terrà, sempre al Rainerum, l’evento conclusivo della manifestazione: lo youtuber Sabaku No Maiku ed il giornalista Francesco Fossetti parleranno di “Videogioco e web, l’editoria e la professione del creator”.

Le collaborazioni durante il festival

Lo spazio DRIN ospiterà il 14 e 15 ottobre l’illustratore e fumettista italiano Francesco Barbieri che realizzerà una composizione sulla vetrina dello spazio di Corso Italia in omaggio al mondo del gaming ed un workshop di illustrazione. A seguire, dieci artisti disegneranno alcune vetrine dei quartieri bolzanini con tematiche relative al mondo del gaming.

Game Ground non si fermerà solo a Bolzano, perché grazie alla collaborazione con la Mediateca Multilingue di Merano e all’Ufficio Bilinguismo e Lingue Straniere della Provincia, anche la città sul Passirio ospiterà alcune iniziative. Dal 14 al 24 la Mediateca disporrà 4 postazioni di retrogaming dedicate alle avventure grafiche, mentre il 21 ottobre, sempre in Mediateca, si terrà un incontro in presenza organizzato in collaborazione con Palladio con ospite (in diretta streaming dagli USA) Simone Bregni, specializzato in videogiochi e lingue straniere.

Grazie alla fitta rete di partner saranno disponibili anche alcune iniziative speciali dedicate al pubblico del festival: Museion e Museo di Scienze offriranno uno sconto sul proprio ticket di ingresso per chiunque visiterà le mostre di retrogaming; il Cineplexx di Bolzano sconterà il biglietto sul film “Resident Evil – Welcome To Raccoon City” in uscita prossimamente; confezioni di Loacker saranno disponibili gratuitamente nelle location delle mostre; Brennercom garantirà invece uno sconto del 20% sul costo di attivazione di un nuovo piano internet. Maggiori informazioni si riceveranno su tutti i canali di Game Ground. Tutti gli eventi e mostre sono gratuiti e accessibili solamente con Green Pass, previa prenotazione online dal sito http://www.gameground.it o direttamente sul posto.