matchpoint sisal

Alla vigilia della finalissima della dodicesima edizione X Factor al Mediolanum Forum, sembra esserci già un vincitore: è Anastasio. Il rapper campano è il candidato numero uno per la vittoria del talent e stacca gli altri 3 finalisti Naomi, i Bowland e Luna.

Il pronostico di Sisal Matchpoint sul vincitore di questa edizione è infatti a senso unico, il talento rap di Mara Maionchi viaggia verso la vittoria a quota 1,40, ancora in discesa rispetto all’1,55 della semifinale. A dar man forte al pronostico, i numeri sul suo inedito che è il più apprezzato su Spotify con oltre 2 milioni e mezzo di ascolti. Dopo l’eliminazione in semifinale della seconda favorita Martina Attilii, ad insidiare Anastasio c’è Naomi, l’Over capitanata da Fedez. Il “soprano -pop”, come è stata soprannominata, è la concorrente che è andata più volte al ballottaggio, uscendone sempre vincitrice. Per questo, ora si è guadagnata il favore dei bookie, che la piazzano sul secondo gradino del podio a quota 4,00.

Da non trascurare le potenzialità dei Bowland, il trio iraniano che ha ammaliato tutti fin dalla prima esibizione. Unico Gruppo rimasto in gara, i Bowland guidati da Lodo Guenzi sono scesi da 7,50 a 6,00 e potrebbero essere la vera sorpresa di questa edizione. Tra i 4 finalisti, sembra avere meno chance di vittoria Luna Melis, unica concorrente rimasta in gara della categoria di Manuel Agnelli. Luna si è dovuta sudare il posto al Forum conquistandolo al ballottaggio con Leo Gassmann, la sua vittoria è la meno probabile, a 12,00. Anastasio continua ad essere il preferito degli scommettitori, con il 32% delle puntate mentre il 12% crede che la spunterà Naomi. Il dominio di Anastasio si riflette anche nelle quote sul giudice che avrà nel suo team il trionfatore di questa edizione. In cima alla lista c’è così Mara Maionchi a 1,40 mentre Fedez, che sembrava spacciato, potrebbe invece lasciare X Factor con una vittoria, data a 4,00.

Sisal ricorda sempre che il gioco è vietato ai minori e che bisogna giocare sempre con consapevolezza e moderazione.

Commenta su Facebook