snaitech snai

SCOMMESSE – Per entrambe sarà un momento storico: la Croazia potrebbe centrare la sua prima finale ai Mondiali, l’Inghilterra potrebbe tornarci a distanza di 52 anni. La seconda semifinale di Russia 2018 – in calendario domani a Mosca – è in equilibrio secondo i quotisti SNAI, che comunque concedono un leggero vantaggio alla Nazionale dei Tre Leoni, che ha stravinto gli ultimi due scontri diretti, entrambi nelle fasi di qualificazione ai mondiali 2010: 5-1 a Wembley nel settembre 2009, 4-1 a Zagabria nel settembre del 2008. La terza vittoria consecutiva si gioca a 2,35, un altro successo largo (con almeno 3 gol di scarto) è dato a 12 volte la posta. Sale invece a 3,60 la quota sulla vittoria della Croazia, che ha battuto l’ultima volta gli inglesi alle qualificazioni per Euro 2008, vincendo 3-2. Lo stesso risultato nel match di domani è dato a 45.

Occhio alla «X»

Complessivamente, Croazia e Inghilterra si sono scontrate 7 volte fino a oggi, ma solo una hanno chiuso sul pareggio, dato a 3,10. Risultato che la Croazia ha centrato due volte di fila nella fase a eliminazione diretta dei Mondiali, superando poi il turno sempre ai calci di rigore: la terza qualificazione consecutiva dal dischetto per gli uomini di Zlatko Dalic pagherebbe 10 contro 1, se invece a passare dagli 11 metri fossero gli inglesi la quota scenderebbe a 9,25. Più in generale, l’Inghilterra è favorita nella scommessa secca sul passaggio del turno: a 1,60 contro il 2,25 sulla qualificazione dei croati.

Bis di Badelj

L’Inghilterra ha tra i suoi convocati solo calciatori di Premier League, la Croazia invece ha una folta rappresentanza di “italiani”, ossia di giocatori della nostra Serie A. Tra questi il principale indiziato per andare in gol è lo juventino Mario Mandzukic, dato a 4,00 per una rete. Lo segue l’interista Ivan Perisic, a 5,00, poi Marco Pjaca a 6,50, appena rientrato alla Juve dal prestito allo Schalke, e dopo un altro interista, Marcelo Brozovic, a 7,50. Milan Badelj della Fiorentina ha già segnato una volta in questo mondiale, il secondo centro vale 10

Commenta su Facebook