Il ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, è tornato a parlare della possibilità di riprendere campionati di calcio, interrotti a causa dell’emergenza coronavorus.

“Abbiamo confermato la roadmap prevista, il 4 maggio sono ripresi gli allenamenti individuali e il protocollo è stato applicato anche ai singoli atleti, nel caso specifico ai calciatori, che devono allenarsi singolarmente e non con la squadra. E poi dal 18 sarà possibile riprendere gli allenamenti di squadra”, ha detto Spadafora a Rai 1 durante il programma “Frontiere”.

Ma quando riaprenderà il Campionato?  “Metà giugno? Io mi auguro vivamente che riprenda la Serie A e sarebbe surreale il contrario ha detto il ministro -. Dovrà avvenire quando saremo in sicurezza. I toni di questi giorni sono scaturiti dalla pressione subita. Molto dipenderà dalle prossime due settimane e da come questa prima riapertura inciderà sul tasso dei contagi. La Lega di Serie A si aspetta che sia il Governo a prendere una decisione finale? Posso capirlo perché è un’assunzione di responsabilità importante. Dovessimo essere costretti a chiudere il calcio ci prenderemmo questa responsabilità e creeremo delle norme apposite per arginare i danni che avrebbero i club”. “E’ fuori discussione”, ha commentato il ministro circa lo svolgimento delle partite solo a porte chiuse.