Rimpianti, recriminazioni, polemiche: il terribile turno di coppe internazionali (cinque sconfitte e un pareggio per le italiane) lascia un retrogusto amaro, soprattutto per le tre squadre eliminate: Inter e Napoli che salutano la Champions, il Milan che abbandona l’Europa League.

Tutte e tre devono reagire subito in campionato, dove occupano tre delle prime quattro piazze. Prima a scendere in campo sarà l’Inter, che domani pomeriggio ospita l’Udinese. Gli analisti Stanleybet.it abbassano il segno «1» fino a un modesto 1,35. Le due squadre si incontrarono a San Siro giusto un anno fa, il 16 dicembre del 2017, e fu l’Udinese a festeggiare, con un sorprendente 1-3. Il bis è ritenuto improbabile e collocato a 8,85. A 4,85 il pareggio, che fra le due squadre manca dal 2014. L’Inter in campionato non subisce gol a San Siro da quattro partite: un altro No Goal è dato a 1,80.

Prevista anche la reazione del Napoli, che domenica gioca a Cagliari. Appena a 1,43 il «2» (sarebbe la sesta vittoria esterna in otto partite). Duro il compito dei sardi, che sul loro terreno hanno appena festeggiato il rocambolesco pareggio contro la Roma: segno «1» ad alta quota, a 7,75. Il Cagliari viene da quattro pareggi consecutivi, il quinto rende 4,30.

Il Milan ha tempo fino a martedì per metabolizzare la bruciante eliminazione in Europa League. Con una vittoria, data a 1,83, può decidere la capitolazione della gloria rossonera Pippo Inzaghi, in bilico sulla panchina emiliana. Al contrario, il successo del Bologna, a 4,50, metterebbe probabilmente in discussione il futuro di Gattuso. Interlocutorio il pareggio, a 3,40.

La sedicesima giornata vive anche sul derby della Mole, in programma domani sera. Prevedibile il gap delle quote, con il «2» della Juve a 1,60, il pareggio a 3,70 e i tre punti granata a 6,00. Impietosa per il Toro la lista delle ultime dieci sfide, da cui sono arrivate otto sconfitte, un pareggio e una sola vittoria. Un gol del Torino, mancato negli ultimi tre derby, si gioca a 1,80.

Commenta su Facebook