A gennaio 2022 la spesa effettiva per le scommesse ippiche in agenzia (ottenibile sottraendo le vincite all’importo complessivo giocato) è stata di 3,33 milioni di euro (+11,74% rispetto a gennaio 2020, quando la spesa era stata di 2,98 milioni). E’ quanto emerge dai dati – elaborati da Jamma – contenuti nel report diffuso dall’Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli.

Milano è la provincia con la spesa più alta: 530.599 euro in 134 agenzie. Segue Roma con 365.969 euro di spesa in 194 agenzie. Al terzo posto Napoli con 259.444 euro di spesa in 320 agenzie. Il giocato complessivo ammonta a 20,81 milioni, mentre le vincite complessive dei giocatori ammontano in totale a 17,47 milioni (il payout è dell’83,97%). Per quanto riguarda il dato della base imponibile media per accertamento induttivo al primo posto si piazza la provincia di Pisa: qui in ognuno dei 18 punti vendita sono stati giocati in media 40.689,92 euro. Scarica tutti i dati al seguente link: scommesse ippiche in agenzia.