austria
Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) Austria, arriva dalla commissione Europea il via libera al progetto di regole tecniche per i terminali di scommesse. Il decreto introduce , a tutela dei clienti delle scommesse, ulteriori fattispecie di scommesse vietate. Si vietano le scommesse con puntata superiore ai 500 euro, nonché le scommesse live [ad eccezione delle scommesse su un risultato provvisorio o finale (numerico) oppure su un risultato da esso derivato oppure su quale persona o quale squadra sia la prossima a migliorare la propria posizione in classifica]. Con l’intento di adeguarsi alle nuove possibilità offerte dal progresso tecnico si creano le precondizioni affinché nelle visite successive (quindi dopo la prima identificazione con esibizione di un documento ufficiale di identità con fotografia, che rimane obbligatoria) il necessario accertamento dell’identità possa avvenire senza esibizione personale del documento di identità, se l’accertamento dell’identità può essere garantito con procedimenti di riconoscimento biometrico almeno equivalenti dal punto di vista dell’autenticazione.

Un procedimento di riconoscimento biometrico adottato facoltativamente deve essere progettato in modo da garantire una sicura e univoca identificazione (ad es. con impronte digitali). Di norma, in questo modo, nelle visite successive si garantisce un livello di certezza dell’identità cliente maggiore che con l’esibizione del documento e della tessera del cliente per le scommesse (minore onere in termini di attività manuali durante i controlli e minori possibilità di uso illecito in caso di cessione della tessera o di smarrimento della stessa). In questo modo, oltre a tutelare i minori e i clienti delle scommesse, si impedisce anche l’uso della tessera per scopi di riciclaggio del denaro e di finanziamento del terrorismo.

Commenta su Facebook