Ha vissuto un 2019 incredibile, in cui ha centrato la semifinale degli US Open e altri grandi risultati, che lo hanno lanciato fino all’ottavo posto del ranking mondiale. La stagione super di Matteo Berrettini culmina con le ATP Finals di Londra, torneo dove si sfidano i migliori otto al mondo. La fortuna non ha però sorriso al talentuoso tennista romano in sede di sorteggio: Berrettini è finito in un girone di ferro, quello intitolato a Bjorn Borg dove, oltre a Dominic Thiem militano i due grandi favoriti, per il successo finale, Novak Djokovic e Roger Federer.

Berrettini, nella valutazione degli analisti Stanleybet.it, paga sia il sorteggio poco felice, sia il fatto di essere un esordiente assoluto nella competizione, a cui prima di lui hanno preso parte solo due italiani, Adriano Panatta e Corrado Barazzuti: sul suo trionfo è piazzata la quota più alta, 25 volte la scommessa. I suoi avversari viaggiano a una proposta decisamente più bassa: Djokovic, che ha già lasciato cinque volte il segno in questo torneo, è il numero uno in tabellone, dato a 1,90 per riscattare il ko dell’anno scorso in finale. Poi c’è Federer, che pure ha dalla sua un grandissimo palmares: 10 finali e sei successi nella competizione.

Sullo svizzero si punta quindi a 5,00. A 6,00 Rafa Nadal, nuovo numero uno al mondo, temibilissimo anche se le superfici dure non sono il suo forte. Quota 6,00 anche per Daniil Medvedev, per il quale l’eliminazione lampo a Bercy è stata l’unico neo di un 2019 formidabile.

Viaggiano già più su Alexander Zverev, campione in carica e dato a 12,00 e Dominic Thiem (a 15.00), compagno di girone di Berrettini. A proposito, il primo match dell’italiano è proprio contro il grande favorito, Novak Djokovic: i trader danno Nole a 1,16, il colpo di Matteo viaggia invece a 4,85.

Commenta su Facebook