Marc ancora ai box, in grande ascesa il fratello, avanti a tutti nel pronostico per il GP di Teruel. Ma le Suzuki di Rins e Mir, entrambi a 4,50, sono in agguato

Si torna di nuovo in pista ad Aragon ma stavolta per il Gran Premio di Teruel, undicesima prova del Mondiale 2020 di MotoGP. La vittoria di Rins, domenica scorsa, ha confermato come i piloti spagnoli siano imbattibili o quasi sul tracciato di Alcaniz. Non è un caso quindi che il grande favorito, anche per i betting analyst di SNAI, sia un pilota di casa: Marquez, dato a 3,50 per il primo successo in MotoGp. Ma non si tratta di Marc, ancora fermo ai box, bensì di Alex. L’ascesa del pilota della Honda, dopo le difficoltà di inizio stagione, fanno sì che il fratello del campione del mondo guardi tutti dall’alto nei pronostici. Il numero 73 della Repsol dovrà però guardarsi le spalle dal duo della Suzuki formato dai connazionali Alex Rins e Joan Mir. Entrambi in quota a 4,50, i due piloti della casa di Hamamatsu corrono con grandi motivazioni: Rins vuole bissare il successo di domenica scorsa sempre sulla pista di Aragon mentre Mir, nuovo leader della classifica, punta ad allungare il vantaggio in ottica mondiale. Proverà a inserirsi nella lotta anche Maverick Viñales: il pilota della Yamaha, rimasto da solo a difendere i colori del team nipponico visto che Valentino Rossi è ancora ai box, cerca il secondo successo stagionale e si può giocare a 5,50. Fabio Quartararo, dopo il diciottesimo posto nell’ultima gara, sogna il riscatto: il quarto successo stagionale del francese della Yamaha Petronas è dato a 6,50.

Advertisement

Mondiale, verdetto iberico – Il mondiale 2020 si deciderà nella penisola iberica. Tre gare in Spagna e una in Portogallo, a Portimao il prossimo 22 novembre, decreteranno il nuovo re della MotoGP. Quattro piloti ancora in lizza, senza escludere sorprese che in questa stagione sono all’ordine del giorno. L’attuale leader della classifica, Joan Mir, è il grande favorito, a 1,75. Dietro di lui, in classifica ma anche nelle quote, Fabio Quartararo: il francese della Petronas, unico pilota ad aver vinto più di una gara quest’anno, è dato a 3,00. Staccati da Mir rispettivamente di 12 e 15 punti, vogliono giocarsi le loro carte fino in fondo anche Viñales e Dovizioso: lo spagnolo della Yamaha si gioca a 5,5, mentre il pilota della Ducati a 7,50.