Dopo la lunga sosta per il Mondiale, si ricomincia con il big match di San Siro che vede favorita la squadra di Inzaghi sulla capolista a 3,10. Ma nelle quote antepost per lo scudetto non c’è storia: azzurri campioni a 1,50, poi il Milan (che riprende da Salerno) a 6,50

Archiviata la lunga sosta per il Mondiale, la Serie A riparte col botto. Uno scontro diretto, quello tra Inter e Napoli, in un mercoledì che vedrà in campo tutte le 20 squadre del campionato, in cinque fasce orarie diverse. Quella serale, alle 20.45, conterrà il piatto forte, con la squadra di Spalletti che a San Siro avrà subito un esame per verificare la propria condizione dopo una prima parte di stagione dominata. Nonostante gli 11 punti di distacco del Napoli sull’Inter, però, le quote Snai pendono dalla parte dei nerazzurri, favoriti a 2,40; seguono il segno «2» a 3,10 e il pareggio a 3,20, con l’Inter che dopo 15 giornate è l’unica squadra a non aver mai centrato il segno «X». Sul numero di gol segnati, invece, non sembra esserci dubbio, con l’Over a 1,60 e il Goal a 1,47 favoriti rispetto all’Under a 2,20 e al No Goal a 2,55. In lavagna si punta sui gol di Lukaku, favorito numero uno per segnare nel big match (2,50); dietro il belga, una coppia formata da Osimhen e dal neocampione del mondo Lautaro Martinez (2,75), con Dzeko a 3,00 e un gruppetto di quattro giocatori a 4,00 come Kvaratskhelia, Correa, Simeone e Raspadori. Il Napoli riparte in questo 2023 con l’etichetta di grande favorita per lo scudetto: il titolo azzurro a 1,50, con il Milan a inseguire a 6,50 e la coppia Inter-Juventus a 7,50. Poi una voragine, fino ad arrivare alla Lazio a 33 e a Roma e Atalanta a 50.

Milan a mezzogiorno – Guardando la classifica, la prima inseguitrice del Napoli è attualmente il Milan, a -8: saranno i rossoneri ad aprire il 2023, affrontando alle 12.30 la Salernitana all’Arechi. Per questo match non sembrano esserci dubbi, almeno nelle quote, con il Milan a 1,50 e i granata a 6,50 (in mezzo il pari a 4,50). Larga anche la forbice tra Over (1,65) e Under (2,10), mentre si assottiglia quella tra Goal (1,77) e No Goal (1,95), considerando anche che il Milan ha subito reti in cinque delle ultime sei partite prima dello stop.

Juve di rincorsa – Milan che, tra l’altro, è stata l’ultima squadra, lo scorso 8 ottobre, a fare gol alla Juventus in campionato. Da quel giorno i bianconeri hanno iniziato a macinare, con sei successi consecutivi senza mai più subire reti. La rimonta della squadra di Max Allegri riparte da Cremona: occhio, quindi, alla quota del «2» (1,67), a quella del No Goal (1,87) e anche alla combo «2+No Goal» (2,80). Più basse le probabilità di pareggio (3,80) e di vittoria dei grigiorossi (5,25).   

Le romane – Sia la Lazio che la Roma saranno protagoniste della terza fascia di partite, quella delle 16.30. I biancocelesti, frenati bruscamente prima della sosta dalla sconfitta di Torino contro la Juventus, inaugurano il nuovo anno con la difficile trasferta di Lecce («2» a 2,10), mentre la Roma di Mourinho riceve all’Olimpico il Bologna. I giallorossi partono avanti (1,65), con gli emiliani a 5,75 nonostante le quattro vittorie nelle ultime cinque partite. 

Articolo precedenteGiochi. ADM oscura GameTwist, per il Tar del Lazio è gioco d’azzardo non autorizzato
Articolo successivoNOVOMATIC e i programmi per il 2023: crescita sostenibile grazie a innovazioni e investimenti