Il campionato di serie A 2020-2021 entra nel vivo della sua stagione, visto che si entra nella fase del girone di ritorno, dove ci sarà da disputare anche le semifinali di Coppa Italia e rispettivamente ottavi di finale e sedicesimi di finale, per quanto concerne la Champions e l’Europa League. Il tutto avviene, tra le altre cose, durante uno dei campionati più avvincenti e sorprendenti di sempre, almeno per quanto riguarda le dinamiche e la testa della classifica, ma se andiamo a vedere nel dettaglio, ogni gerarchia sembra essere stata sovvertita.

Serie A: la classifica vista dal basso di questa stagione

In coda alla classifica troviamo infatti squadre che lo scorso anno avevano dato una impressione del tutto differente, con gioco e risultati positivi; nel caso del Parma, ma soprattutto del Cagliari, che con Maran alla guida aveva dato l’impressione di poter essere addirittura la squadra rivelazione del campionato precedente. Oggi troviamo invece Crotone, Parma, Cagliari e Torino in una posizione piuttosto delicata e complessa per quello che concerne la zona salvezza del campionato in corso. Campionato dove le gerarchie degli anni passati, sono saltati specialmente per quello che concerne la testa della classifica. Ritroviamo dopo un lungo periodo di assenza, entrambe le milanesi, con un occhio di riguardo per la stagione del Milan di Stefano Pioli. Difficile dire come finirà il campionato, anche perché la Juventus è una squadra abituata a vincere da 9 anni a questa parte, mentre la stessa Inter di Antonio Conte appare più pronta per arrivare quest’anno a centrare l’obiettivo che era sfumato, per diversi motivi e problematiche durante la passata stagione. Bisogna ricordare però che i nerazzurri avevano concluso il campionato con un secondo posto con un solo punto in meno rispetto alla Juventus allenata da Maurizio Sarri. Un campionato intenso e interessante anche sotto il punto di vista del calcio scommessa con quote pronostici e aggiornamenti dedicati in tempo reale per il girone di ritorno da poco iniziato e che subito ha mostrato grande intensità, equilibrio e competitività.

Differenze e conferme rispetto alla passata stagione del campionato di A

Rispetto alla passata stagione, troviamo un’Atalanta e una Lazio un po’ meno in palla, sostituite sia dalle milanesi che da una buona Roma di Fonseca, che alterna prestazioni da grande squadra, con risultati un po’ più deludenti e incoerenti. Lo stesso potrebbe dirsi del Napoli di Gattuso, una squadra che rispetto agli ultimi campionati, fatta esclusione per la passata stagione, è ormai una squadra involuta, sia per il gioco che per i risultati. Lo scorso anno ad esempio, dopo un lungo periodo era fuori dalla rosa delle squadre qualificate per l’Europa, salvo poi raggiungere il piazzamento valido per l’Europa League, ma solo per il fatto di aver vinto la Coppa Italia. Ci sono poi squadre che stanno disputando un ottimo campionato, come il Sassuolo di De Zerbi, la Sampdoria di Claudio Ranieri e specialmente il Verona di Juric. Il Verona in effetti sembra essere oltre che una conferma, rispetto alla passata stagione, addirittura una potenziale rivelazione, visto che nel girone d’andata ha messo in difficoltà squadre del livello di Juventus, Milan e Napoli. Tuttavia i giochi non sono ancora decisi e stabiliti, visto che tutte le posizioni dovranno essere consolidate, sia per quello che riguarda la testa, sia per quanto concerne la coda della classifica. Il valzer delle panchine è già iniziato, visto che Genoa, Parma, Fiorentina, Torino, hanno già cambiato guida tecnica. Potrebbe esserci qualche sorpresa già nelle prossime settimane, per quanto riguarda le panchine della serie A per il campionato 2020-2021 in corso d’opera.