Il tennis non conosce soste e, dopo il successo di Stefanos Tsitsipas a Monte Carlo, riparte con l’ATP 500 di Barcellona dove Rafa Nadal cercherà un pronto riscatto dopo la sconfitta nel Principato da parte di Rublev. Il tennista spagnolo è il grandissimo favorito avendo già vinto, sulla terra di casa, in ben 11 occasioni: un aspetto che non è sfuggito agli esperti di Sisal Matchpoint, che vedono il successo numero 12 sulla terra catalana a 1,85. L’avversario più temibile per il mancino di Manacor appare proprio Andrey Rublev che stavolta, dopo aver perso la finale a Monaco, sogna il colpo grosso che è in quota a 6,00.

Il terzo incomodo potrebbe essere Stefanos Tsitspas che punta alla doppietta dopo Monte Carlo. L’attuale numero 5 del mondo si trova nella parte bassa del tabellone e un suo successo si gioca a 6,50. Il greco, tre stagioni fa, venne travolto in finale proprio da Nadal che gli lasciò appena tre giochi. La truppa italiana vuole farsi strada il più possibile e punta forte, anche per i betting analyst di Sisal Matchpoint, su Jannik Sinner (nella foto). Il giovanissimo azzurro, dopo aver raggiunto in settimana la Top Twenty mondiale, vuole continuare la sua scalata.

Sinner, che esordisce questa sera contro il bielorusso Gerasimov, è testa di serie numero 11 del torneo e il suo successo, il primo sulla terra rossa, pagherebbe 20 volte la posta. Il tennista di San Candido punta ad emulare Martin Mulligan, unico italiano a vincere il torneo di Barcellona. Ci andò vicino anche Adriano Panatta nel 1975, che vinse poi in doppio nel 1979 con Paolo Bertolucci, quando fu sconfitto in cinque set, al termine di una partita memorabile, da Björn Borg. Partono indietro gli altri azzurri: Fabio Fognini, al primo turno contro lo spagnolo Zapa Miralles, è dato a 33 mentre Lorenzo Musetti, che oggi alle 12.30 se la vedrà contro il vecchio leone Feliciano Lopez, 40 anni a settembre, si gioca a 66.

Sisal ricorda sempre che il gioco è vietato ai minori e che bisogna giocare sempre con consapevolezza e moderazione.