Un fulmine a ciel sereno. Le dimissioni di Silvio Baldini e Renzo Castagnini, rispettivamente allenatore e direttore sportivo del Palermo, hanno lasciato il mondo rosanero spiazzato a pochi giorni dall’inizio ufficiale della storia. I siciliani, infatti, domenica prossima esordiranno in Coppa Italia contro la Reggina e si ritrovano senza il condottiero che li aveva riportati in Serie B dopo tre stagioni. La caccia al successore di Baldini è aperta e si iniziano a fare i primi nomi con il board del Palermo che deve fare in fretta per non farsi trovare impreparato al via. Il candidato forte, secondo gli esperti Sisal, appare Roberto De Zerbi, reduce dall’esperienza allo Shakhtar Donetsk: il tecnico bresciano sembra il profilo ideale, giovane, ambizioso e che gioca un bel calcio, per la piazza rosanero tanto che il suo arrivo a Palermo si gioca a 2,50. 

Una piazza così importante fa gola a molti soprattutto a chi, quei colori, li ha difesi con la fascia di capitano al braccio e va in cerca di un riscatto da allenatore. Eugenio Corini, quattro stagioni al Palermo a dettare i tempi, ha già allenato i siciliani ma per sole sette gare a cavallo tra il 2016 e il 2017. L’ex centrocampista, allenatore rosanero a 3,00, sarebbe entusiasta di riprendere quel legame mai interrotto con la tifoseria palermitana.

Ci sono poi due piste che portano dritte a Roma. Claudio Ranieri ha un legame stretto con il Palermo visto che è lì che, nel 1986, chiuse la carriera da calciatore. Ne è passato di tempo da allora ma la nuova proprietà, legata a filo doppio al Manchester City, vedrebbe di buon occhio un allenatore che si è fatto apprezzare tantissimo in Inghilterra: Sir Claudio nuovo allenatore del Palermo è in quota a 4,00. Se Ranieri sarebbe la scelta dell’esperienza, Daniele De Rossi rappresenta un’opzione affascinante ma piena di incognite visto che l’ex capitano della Roma non ha mai allenato. L’esordio sarebbe in una piazza caldissima ma che potrebbe trasmettere, ripagata, tantissimo calore: DDR parte nelle retrovie rispetto ai colleghi tanto da essere offerto a 4,50.  

Articolo precedenteZappolini (Mettiamoci in gioco): “Due mesi fa abbiamo fermato modifica a norma che vieta la pubblicità al gioco d’azzardo”
Articolo successivoACADI: “Solidarietà alla manifestazione dei lavoratori del Gioco Pubblico di Trento”