Rossoneri leggermente favoriti nel gala di San Siro. Nettamente avanti la squadra di Gasperini nel confronto con Mourinho. Inter, a Salerno tre punti a quota rasoterra. Bologna-Juventus, la tradizione dice «2»

Qualche settimana fa sembravano impegnate in una fuga in coppia verso lo scudetto. Domenica sera, invece, Milan e Napoli si sfideranno a San Siro con l’obiettivo di non perdere la scia dall’Inter capolista. Pronostico difficile, ma il Milan può sfruttare il fattore campo ed è anche per questo che gli analisti SNAI gli affidano il ruolo di favorito, pur senza grandi squilibri. Il segno «1» rossonero si gioca a 2,35, il «2» azzurro vale 3 volte la posta. Da non scartare, a 3,40, l’ipotesi pareggio, anche perché le due squadre nelle ultime dieci stagioni hanno chiuso in parità ben otto volte. Restringendo l’ottica alle sfide sul terreno di San Siro, il Napoli ha un ruolino di marcia piuttosto incoraggiante: l’ultima vittoria del Milan risale alla stagione 2014-15 ed è seguita da tre pareggi e tre vittorie partenopee. Il match più recente, il 14 marzo scorso, è finito appunto con il successo esterno del Napoli, 0-1. Un risultato che domenica sera varrebbe 11 volte la scommessa, mentre un 1-0 per il Milan si gioca a 9,50. Visto l’equilibrio in campo, l’1-1 è l’esito più gettonato, a 6,75.

Mourinho ad alta quota – Il big match di San Siro rappresenta il gran finale di un 18° turno che offre altri motivi di interesse, a cominciare da Atalanta-Roma, in programma sabato pomeriggio. La squadra di Gasperini va considerata ormai a pieno titolo nel giro scudetto, come testimonia il pronostico fortemente sbilanciato verso il segno «1», dato a 1,70. I giallorossi finora non hanno ottenuto vittorie con le squadre di vertice e il bilancio recente con l’Atalanta parla di 4 sconfitte e 3 pareggi nelle ultime sette gare. Tutto questo fa salire il «2» fino a 4,50 e rende anche il pareggio ipotesi improbabile, a 4,25.

Salernitana, un sogno da 12 – Con le rivali impegnate in partite complicate, l’Inter ha l’occasione di rendere il primato in classifica più solido, centrando il risultato pieno a Salerno, nell’anticipo di domani. Operazione quasi scontata, a giudicare dalle quote SNAI, che collocano il «2» nerazzurro appena a 1,20. I padroni di casa concludono con questo match un ciclo terribile, dopo gli impegni con Juventus, Milan e Fiorentina (zero punti e zero gol segnati). Il pareggio è già un obiettivo difficilissimo, a 7,00, la vittoria sarebbe un colpo da 12.

Digiuno rossoblù – Il Bologna aspetta al Dall’Ara una Juve ancora in difficoltà: potrebbe essere l’occasione per interrompere una striscia di 11 sconfitte consecutive (compresa una in Coppa Italia) contro i bianconeri, e magari di ritrovare un successo interno che manca dal 1998. Il pronostico SNAI però non è molto incoraggiante per i padroni di casa, dati a 4,00, mentre l’ennesimo successo bianconero viaggia a 1,87 e il pareggio si gioca a 3,60.

Viola verso la quinta – Quanto alle altre, Fiorentina (1,90) candidata al quarto successo consecutivo nel match del Franchi contro il Sassuolo (4,00). Il Cagliari (2,95) punta a tornare alla vittoria dopo due mesi, ma il «2» dell’Udinese (2,45) è l’esito più probabile. Equilibrio tra Spezia (2,60) ed Empoli (2,55), Samp da «1» (1,77) con il Venezia (4,25), ben poche chance per il Genoa (7,25) in casa della Lazio (1,40). Infine, un Torino-Verona, con Juric nei panni del grande ex: il tecnico granata parte in vantaggio sulla sua creatura (2,25 contro 3,25).