Calcio

Una giornata di campionato che ha ribaltato, ancora una volta, le gerarchie. Milan e Napoli, nel giro di 24 ore, hanno perso l’imbattibilità in Serie A con l’Inter, vittoriosa proprio sui partenopei, che si è rilanciata prepotentemente in chiave scudetto. Sono proprio i nerazzurri, adesso, i grandi favoriti per lo scudetto nonostante i quattro punti di distacco dalla vetta: secondo gli esperti di Sisal Matchpoint, infatti, il bis della formazione allenata da Simone Inzaghi si gioca a 3,00. In scia all’Inter resta sempre il Napoli sconfitto nel big match di San Siro ma non disposto assolutamente a mollare il sogno tricolore. Gli azzurri, che probabilmente dovranno fare a meno di Victor Osimhen per molto tempo, tra infortunio all’occhio e successiva Coppa d’Africa, sono vicinissimi ai Campioni d’Italia tanto che il loro trionfo è in quota a 3,25. Il Napoli di Spalletti è atteso da un vero tour de force nel prossimo mese visto che il calendario propone le sfide a Lazio, Atalanta e Milan.

Proprio i rossoneri, sconfitti sabato sera al Franchi dalla Fiorentina, chiudono il podio delle favorite per lo scudetto. Il Milan, infatti, ha mantenuto il primato in classifica grazie ai cugini dell’Inter e già nel prossimo turno, contro il Sassuolo, proverà a riprendere la marcia tricolore. Gli uomini di Pioli, vincenti a 3,50, potrebbero concentrare tutte le loro attenzioni sul campionato qualora non riuscissero ad agganciare la qualificazione in Champions o in Europa League. Provano a risalire anche Atalanta e Juventus, impegnate nel prossimo turno nello scontro diretto all’Allianz Stadium. I nerazzurri, dopo la sconfitta interna contro il Milan, hanno ripreso a marciare come dimostrano le 4 vittorie e i 2 pareggi negli ultimi sei turni di campionato. I bianconeri, dal canto loro, dopo un punto in tre gare, hanno riorganizzato la difesa e centrato sei punti, con zero gol subìti, contro Fiorentina e Lazio. Lo scudetto, per Atalanta o Juventus, pagherebbe 9 volte la posta.

Sisal ricorda sempre che il gioco è vietato ai minori e che bisogna giocare sempre con consapevolezza e moderazione.