I nerazzurri hanno vinto i due precedenti derby giocati nel 2021 e anche questa volta si presentano da favoriti, malgrado i sette punti in meno in classifica. Nella sfida del gol, Zlatan è il primo candidato, seguito a ruota dai due bomber interisti. Juventus da «1» con la Fiorentina, Napoli a bassa quota sul Verona.

Il Milan è capolista e avanti di sette punti, ma il pronostico per il derby di domenica sera, match clou della 12ª giornata di Serie A, pende dalla parte dell’Inter. Così la pensano gli analisti SNAI, anche se la differenza in quota non è molto ampia: il «2» nerazzurro si gioca a 2,20, la vittoria rossonera è data a 3,05. Favorevoli all’Inter anche gli altri due derby giocati nel 2021: il 26 gennaio, in Coppa Italia, la squadra allora allenata da Conte si impose per 2-1; qualche settimana dopo, il 21 febbraio, vinse in campionato in maniera più netta, 0-3, e volò a +4 sui cugini, avviando la fuga che l’avrebbe condotta allo scudetto. Andando a ritroso, si contano ancora 4 successi interisti e uno solo del Milan, prima di arrivare all’ultimo pareggio, lo 0-0 del 4 aprile 2018. Il ritorno della «X» nel derby di Milano è un’ipotesi da 3,60. Tra i probabili bomber del match, in primo piano Ibrahimovic, la cui firma sul derby vale 2,50. A ruota, segue la coppia-gol dell’Inter Lautaro-Dzeko, entrambi a 2,75. Occhio anche a Giroud (3,00), Correa (3,50) e Leao (3,50). Nelle ultime quattro stracittadine sono stati segnati almeno tre gol. Prevedibile anche questa volta un match da Over, tra i due migliori attacchi del campionato (Inter 28 reti, Milan 25): l’esito è a 1,60, quota ben più bassa dell’Under, dato a 2,15.

Viola, blitz allo Stadium a 5,25 – Di eventuali rallentamenti in testa cercherà di approfittare la Juventus, gravemente attardata e reduce da due sconfitte consecutive. I bianconeri ospiteranno domani la Fiorentina, in un match sempre intenso sul piano della rivalità. I viola sono a un solo punto dalla zona Champions e rappresentano sulla carta un ostacolo da non sottovalutare, tuttavia il pronostico SNAI non dà loro grandi chance: il segno «1» della Juve plana a 1,60, il colpo viola (dopo il clamoroso 0-3 della scorsa stagione) sale a 5,25. Improbabile il pareggio, a 4,00. La squadra di Allegri ha incassato finora 15 reti in 11 partite, un dato che ne testimonia le difficoltà difensive. La quota del Goal (entrambi le squadre a segno) è di conseguenza piuttosto modesta, 1,67, mentre il No Goal è dato a 2,10.

Verona, meglio in casa – Il Napoli affronta domenica al Maradona un Verona in grande forma. Implacabile in casa propria, la squadra di Tudor non riesce però ad avere la stessa efficacia in trasferta, dove ha conquistato soltanto tre punti in cinque partite. Anche per questo, le quote sono nettamente sbilanciate sul successo del Napoli, dato a 1,40. La prima vittoria esterna del Verona pagherebbe 7 volte la scommessa, il pareggio si gioca a 4,75. La Roma, apparsa in difficoltà nelle ultime uscite, va a difendere il suo quarto posto a Venezia. Giallorossi avanti a 1,53, padroni di casa a 5,75. Quarta in classifica anche l’Atalanta, nettamente avanti a Cagliari (1,50). La prima gioia per Mazzarri vale 5,75, ma al tecnico probabilmente non dispiacerebbe neanche la «X», a 4,50. La Lazio, che in casa ha uno score di quattro vittorie e un pareggio, ospita la Salernitana: «1» molto basso, a 1,30, il colpo campano vale 9 volte la scommessa.