San Siro si illumina, domenica sera per il posticipo della dodicesima giornata di Serie A, grazie al derby della Madonnina numero 213. Una stracittadina, quella tra Milan e Inter, che mette in palio punti pesantissimi in chiave scudetto poiché i rossoneri sono primi, insieme al Napoli, con sette lunghezze di vantaggio sui campioni d’Italia nerazzurri. Sono proprio i ragazzi di Simone Inzaghi, secondo gli esperti di Sisal Matchpoint, a partire con i favori del pronostico vista la quota di 2,30 rispetto al 3,00 dei padroni di casa mentre per il pareggio si sale fino a 3,50.

L’Inter, nonostante sia indietro in classifica, parte favorita visti i numeri del recente passato nel derby: nelle ultime sette stagioni il bilancio parla di 7 vittorie nerazzurre, 5 pareggi e 2 soli successi milanisti. Si preannuncia una gara ricca di gol visto che si sfidano i primi due attacchi del torneo: un Over 3,5, offerto a 2,65, è ipotesi probabile. L’Inter inoltre ha segnato ben 8 reti di testa: nessuno, in Serie A, ha fatto meglio dei ragazzi di Inzaghi con il Milan che è fermo a quota 3 in questa speciale classifica. Un colpo di testa vincente nel derby si gioca a 2,50. Partito Lukaku, sempre a segno nelle quattro sfide giocate con il Milan, l’attacco dell’Inter si affida alla coppia Lautaro Martinez- Edin Dzeko. Entrambi sono favoriti, a 2,75, per entrare nel tabellino dei marcatori, ma la Supercoppia dell’Inter potrebbe unire le forze per scardinare la difesa rossonera tanto che un assist di Lautaro per il gol di Dzeko pagherebbe 12 volte la posta. Pioli, neanche a dirlo, si affida al totem Zlatan Ibrahimovic, già dieci gol nel derby di Milano con entrambe le maglie compresa la doppietta che ha regalato al Milan la vittoria lo scorso anno: un’altra marcatura multipla dello svedese si gioca a 12,50.

Dal derby di Milano a una classica del campionato italiano come Juventus Fiorentina. La domanda è quale versione dei bianconeri scenderà in campo domani pomeriggio: quella devastante di Champions o quella balbettante della Serie A? In attesa di sciogliere l’enigma, Dybala e compagni, per gli esperti di Sisal Matchpoint, partono favoriti a 1,65 rispetto al 5,00 dei viola con il pareggio in quota a 4,00. Tra l’altro, in campionato a Torino, le due squadre non si dividono la posta da ben 11 anni. Difficilmente una delle due rimarrà a secco tanto che il Goal, a 1,65, si fa preferire al No Goal, offerto a 2,10. I difensori di Juventus e Fiorentina dovranno fare attenzione agli interventi in area perché un rigore, a 2,75, potrebbe scapparci. Paulo Dybala sembra essersi sbloccato come dimostrano i 3 gol e 2 assist nelle ultime 5 uscite stagionali: una rete o un passaggio vincente della Joya è dato a 1,62. In casa viola è invece Dusan Vlahovic l’uomo copertina: sia perché lo scorso anno ha sempre segnato ai bianconeri, sia perché le sirene di mercato lo vogliono come obiettivo principale della Juventus per il prossimo mercato: la rete del bomber bosniaco si gioca a 3,25. Il Napoli capolista ospita il Verona ammazzagrandi: azzurri vincenti a 1,40 rispetto al 7,50 dei veneti. L’Atalanta, tre punti a 1,52, sfida un Cagliari, dato a 5,75, già con l’acqua alla gola. La Lazio, offerta a 1,30, non dovrebbe aver problemi con la Salernitana, in quota a 10, mentre la Roma, a 1,52, cerca riscatto a Venezia, dato a 5,75, dopo le delusioni europee.

Sisal ricorda sempre che il gioco è vietato ai minori e che bisogna giocare sempre con consapevolezza e moderazione.