Il Motomondiale torna a Motegi dopo tre anni. Il Gran Premio del Giappone, quintultima tappa della stagione, potrebbe riservare sorprese perché, per la prima volta, i piloti correranno sul tracciato nipponico con le nuove gomme Michelin. Pecco Bagnaia però è deciso a superare anche questi ostacoli e punta deciso alla settima vittoria stagionale con l’obiettivo di prendersi, per la prima volta nel 2022, la testa della classifica iridata. Gli esperti Sisal vedono il pilota della Ducati in pole per il successo, offerto a 2,50. Bagnaia, su questo tracciato, ha già trionfato nel 2018 ma in Moto2 quando conquistò il titolo mondiale di categoria: l’alfiere della Rossa di Borgo Panigale spera che la storia possa ripetersi.

Pecco deve però guardarsi le spalle da due rivali molto agguerriti, Enea Bastianini e Fabio Quartararo. La Bestia, fresco vincitore ad Aragon, ha fatto capire di non aver timore reverenziale di chi sarà suo compagno nel 2023 in sella alla Ducati ufficiale e, dopo quattro vittorie nell’annata, cerca il pokerissimo. Bastianini, come Bagnaia, è salito sul gradino più alto del podio in Giappone sei anni fa in Moto3. Chi invece non è mai riuscito nell’impresa di far suonare la Marsigliese a Motegi è Fabio Quartararo, campione del mondo in carica e leader della classifica iridata ma ormai braccato da vicino da Bagnaia. Il francese della Yamaha non vince dal 19 giugno in Germania quando il Mondiale sembrava saldamente nelle sue mani. Oggi, tre mesi dopo, la situazione è completamente cambiata ma Quartararo è pronto a lottare fino alla fine per tenersi la corona iridata. Il successo di uno tra il Diablo e Bastianini si gioca a 5,00.

Aleix Espargaró, con l’Aprilia, parte dalla terza fila tra i favoriti deciso a giocarsi le sue chance contro i rivali di sempre. Il secondo trionfo dell’anno dello spagnolo è in quota a 6,00. C’è poi Marc Márquez unico tra i piloti in gara ad aver trionfato in tutte le categorie del Motomondiale sulla pista nipponica. Il rientro del Cabroncito non è stato dei migliori ad Aragon ma il numero 93 della Honda non è certo tipo da darsi per vinto tanto che un trionfo sulla pista di “casa” pagherebbe 10 volte la posta.

Sisal ricorda sempre che il gioco è vietato ai minori e che bisogna giocare sempre con consapevolezza e moderazione.

Articolo precedenteBetway multato di £ 400.000 per marketing sulle pagine Web dedicate ai bambini
Articolo successivoLa slot Beach Treasure di WMG in anteprima su CasinoMania