A Eugene, negli Stati Uniti, i due ori azzurri all’Olimpiade di Tokyo provano a bissare i risultati di un anno fa: la concorrenza, però, è agguerritissima. Duplantis senza avversari nel salto con l’asta

A quasi un anno da quell’incredibile domenica di Tokyo, Marcell Jacobs e Gianmarco Tamberi ci riprovano. A Eugene, negli Stati Uniti, i mondiali di atletica promettono spettacolo, con i due azzurri – che in pochi minuti regalarono all’Italia due indimenticabili medaglie d’oro – che partono tra i favoriti per il bis. Nella notte italiana tra sabato e domenica, tocca subito ai 100 metri: Jacobs, sulla lavagna Snai, è il secondo favorito, a 3,25, dietro l’americano Fred Kerley, che a Tokyo vinse la medaglia d’argento e che oggi vale 1,85. Terzo in quota un altro americano, Trayvon Broomel, a 5,00. Nei 100 metri femminili, tutti i favori del pronostico sono invece per le giamaicane Elaine Thompson (1,80) e Shelly Fraser-Pryce (2,25).  

Salto in alto – Nella notte tra lunedì 18 e martedì 19 arriverà il momento di Tamberi nel salto in alto: Gimbo, almeno nelle quote, di avversari davanti ne ha due. Al comando della lavagna ci sono infatti il qatariota Mutaz Essa Barshim (oro ex aequo con l’italiano a Tokyo) e il sudcoreano Sang-Hyeok Woo a 2,75; il successo di Tamberi, invece, vale 5 volte la posta. Sempre nell’alto, ma tra le donne, Elena Vallortigara a 15 è la sesta favorita in un elenco comandato dall’ucraina Yaroslava Mahuchikh a 1,50.  E a proposito di salti, in quello con l’asta lo svedese Duplantis non sembra avere avversari: l’oro di “Mondo”, che a Eugene sogna di ritoccare il record del mondo a oggi di 6 metri e 20, è a un quasi ingiocabile 1,05.   

Articolo precedenteNet srl: Seven Sun Multigame omologata!
Articolo successivoSvezia, sanzionato bookmaker che ha consentito gioco ai minori