Si preannuncia un lunedì di grandissimo trotto all’Ippodromo Vinovo di Torino dove, come ogni 1° novembre, va in scena il Gran Premio Paolo e Orsino Orsi Mangelli, gara di Gruppo 1 riservata ai tre anni, italiani e stranieri. Molti dei protagonisti del Derby di Capannelle dello scorso 10 ottobre saranno ai nastri di partenza: i primi quattro della corsa romana saranno infatti impegnati anche sulla pista piemontese. Il grande favorito, secondo gli esperti di Sisal Matchpoint, è ancora una volta Callmethebreeze il quale, dopo il terzo posto a Capannelle, sogna un pronto riscatto. L’allievo di Allaire Philippe, vincente in quota antepost a 3,50, punta alla quarta vittoria di un 2021 che lo ha visto sempretra i protagonisti. Il primo avversario sembra essere Caio Titus Bond che, dopo due vittorie tra aprile e maggio, ha avuto una seconda parte di anno un po’ altalenante. Il figlio di Varenne e Petra Axe però vuole regalarsi un pomeriggio di gloria tanto che il suo trionfo è offerto a 6,25.

C’è chi, invece, sogna di entrare a far parte di un ristretto club: coloro che sono riusciti, nello stesso anno, a vincere Derby e Orsi Mangelli. Charmant de Zack, vincitore a Roma tre settimane fa, punta deciso alla doppietta per diventare l’ottavo cavallo della storia a compiere l’impresa: Rialto (1948), Unico (1951), Giusto (1959), Sharif di Jesolo (1972), Argo Ve (1981), Faibank Gi (2005) e Unicka (2016) sono gli esponenti di questa ristrettissima élite. Charmant de Zack, probabilmente, non ha ancora espresso tutto il suo potenziale e vederlo ripetere l’impresa del Derby pagherebbe 7 volte la posta.

Se Corazon Bar si candida a possibile sorpresa, a 8,00, parte un po’ indietro Capital Mail, secondo a Capannelle proprio dietro a Charmant de Zack. In coppia con Mario Minopoli Jr, cercherà di sfruttare i 1600 metri della pista di Vinovo, distanza a lui più congeniale come dimostrano le 7 vittorie in otto gare disputate: vederlo tagliare il traguardo davanti a tutti si gioca a 16.

Sisal ricorda sempre che il gioco è vietato ai minori e che bisogna giocare sempre con consapevolezza e moderazione.