Cinque gare al termine e dodici punti di distacco tra i due contendenti per la lotta al titolo. Il Mondiale di Formula 1 vola in centro America dove domenica è in programma il Gran Premio del Messico con Max Verstappen e Lewis Hamilton pronti all’ennesima battaglia della stagione. L’olandese della Red Bull, attuale leader iridato, parte da favorito sui tornanti di Città del Messico, secondo gli esperti di Sisal Matchpoint, tanto che il suo successo, il secondo consecutivo dopo Austin e il nono stagionale, si gioca a 1,85. Verstappen punta deciso ad aumentare il vantaggio su Hamilton, al momento di dodici punti. L’inglese della Mercedes però non ha nessuna intenzione di mollare perché l’ottavo titolo mondiale è sempre lì, a portata di mano. Hamilton, che in Messico ha vinto due volte al pari di Verstappen, vuole provare ad accorciare il distacco dal rivale così da potersi giocare tutto nelle ultime quattro gare dell’anno. Il trionfo del numero 44 della Stella d’Argento è offerto a 2,50.

Tutto il resto della compagnia farà da sparring partner come accaduto quasi sempre in stagione. I compagni di squadra dei due cannibali, Sergio Perez e Valtteri Bottas, partiranno in “seconda fila” alla pari visto che la vittoria di uno dei due pagherebbe 12 volte la posta. Entrambi i piloti, quest’anno, sono saliti sul gradino più alto del podio: Perez in Azerbaigian e Bottas in Turchia ma l’impresa, domenica, appare decisamente più complessa.

Le Ferrari, che già stanno lavorando in ottica 2022, hanno dimostrato negli ultimi Gran Premi qualche miglioramento ma, al momento, appaiono lontane nella lotta per la vittoria. Charles Leclerc, che in Messico ha conquistato la pole nel 2019, va a caccia del primo successo stagionale, terzo della sua carriera, su un tracciato molto veloce che, sotto certi aspetti, ricorda Monza. Il monegasco proverà l’impresa di portare la Rossa numero 16 prima sotto la bandiera: impresa in quota a 25. Ancora più lontano parte l’altro ferrarista, Carlos Sainz, dietro al compagno di squadra in classifica ma che ha centrato più podi di Leclerc, tre contro uno. Lo spagnolo si è mostrato costante ma, adesso, deve cercare di alzare l’asticella delle sue prestazioni: il primo successo di Sainz con la Ferrari, ma anche il primo in assoluto della sua carriera, si gioca a 50.

Sisal ricorda sempre che il gioco è vietato ai minori e che bisogna giocare sempre con consapevolezza e moderazione.