Il successo a Città del Messico, il nono stagionale, ha permesso a Max Verstappen di allungare in classifica ancora di più su Lewis Hamilton, secondo, nella lotta al Mondiale di Formula 1. Sono ora diciannove le lunghezze di distacco tra i due rivali mentre al termine della stagione iridata mancano solo 4 gare. La prima di queste è in programma domenica a Interlagos dove va in scena il Gran Premio del Brasile con l’olandese della Red Bull che parte davanti a tutti.

Secondo gli esperti di Sisal Matchpoint, infatti, il trionfo di Verstappen, ultimo vincitore sulla pista brasiliana nel 2019, è dato a 1,65. Sul tracciato regno incontrastato dell’immenso Alain Prost (qui il francese vinse sei volte con tre macchine diverse), il numero 33 della Red Bull parte favorito anche nella qualifica Sprint tanto che vederlo partire al palo domenica si gioca a 2,00. Come sempre è Lewis Hamilton il principale rivale del fenomeno orange. Il sette volte campione del mondo vede allontanarsi il titolo ma finché la matematica lo terrà in gioco si giocherà tutte le sue carte. L’inglese, che si è imposto a Interlagos due volte, vuole riaprire i giochi per il mondiale e la sua vittoria è offerta a 2,50.

Quota che si abbassa leggermente fino a 2,25 per vedere Hamilton primo nella qualifica Sprint che potrebbe portare al pilota della Mercedes altri tre punti. Staccatissimi ma sempre affiancati l’uno all’altro, i compagni di scuderia dei due cannibali della stagione: sia la vittoria di Sergio Perez con l’altra Red Bull sia quella di Valtteri Bottas con la seconda Stella d’Argento si giocano a 16. La Ferrari, dopo il quinto e sesto posto di domenica scorsa, vuol provare ad alzare ancora di più l’asticella e cercare una vittoria che manca da oltre due anni. Charles Leclerc e Carlos Sainz stanno portando la Rossa al terzo posto nella classifica costruttori, un risultato importante in vista della prossima stagione quando tutte le scuderie, con i nuovi regolamenti, dovrebbero ripartire alla pari. Il monegasco e lo spagnolo, inizialmente, partono indietro rispetto ai protagonisti annunciati ma vedere una Ferrari, che sul tracciato sudamericano ha trionfato in 11 occasioni, prima sotto la bandiera a scacchi pagherebbe 16 volte la posta.

Sisal ricorda sempre che il gioco è vietato ai minori e che bisogna giocare sempre con consapevolezza e moderazione.