Una gara nel ricordo del più grande di tutti. Un’altra per ritrovare un vecchio amico e l’ultima, un inedito, per centrare un passaggio turno che sembra davvero a portata di mano. Il sorteggio dell’Europa League, valido per i sedicesimi di finale, vedeva impegnate tre formazioni italiane, due classificate seconde nei gironi della competizione, Napoli e Lazio, e una, l’Atalanta, retrocessa dalla Champions League. L’urna di Nyon è stata agrodolce per le squadre della nostra Serie A: Barcellona, Porto e Olympiacos Pireo saranno avversari da non sottovalutare.

La sfida più affascinante, per vari motivi, è quella tra i blaugrana e gli azzurri di Spalletti perché, inevitabilmente, il ricordo andrà a Diego Armando Maradona, icona indiscussa dei due club. Secondo gli esperti di Sisal Matchpoint, nonostante le grandissime difficoltà che sta affrontando in questa stagione, il Barcellona parte favorito per il passaggio del turno visto che giungere tra le migliori sedici dell’Europa League è dato a 1,62 rispetto al 2,20 di Insigne e compagni. Il Napoli, che giocherà la gara di ritorno in casa, ha sfidato il Barça solo due stagioni fa negli ottavi di Champions League quando, dopo il pareggio interno, venne sconfitto al Nou Camp. Ma, soprattutto gli spagnoli, sono una squadra molto diversa basti pensare che dei tre attaccanti di allora, Messi, Suarez e Griezmann, nessuno indossa più la casacca del Barcellona.

Molto intrigante appare pure la sfida tra Lazio e Porto dove i biancocelesti di Sarri si troveranno ad affrontare Sérgio Conceição, uno dei protagonisti del periodo d’oro dei capitolini a cavallo tra i due secoli. I lusitani, giunti terzi nel girone di Champions del Milan, sono formazione molto compatta che in Europa diventa un cliente ostico: ne sa qualcosa la Juventus che lo scorso anno venne eliminati proprio dai Dragoes. Il Porto parte così leggermente favorito, a 1,85, contro l’1,90 con cui è accreditata la Lazio che però potrà sfruttare il fattore campo nella seconda sfida. Le due formazioni si ritrovano a quasi venti anni di distanza quando il Porto, di un giovanissimo José Mourinho, eliminò i biancocelesti nelle semifinali di Coppa Uefa. Immobile e compagni vanno così a caccia di una vendetta sportiva.

Sulla carta l’impegno più facile, nei sedicesimi di Europa League, sembra averlo l’Atalanta di Gasperini che incrociano l’Olympiacos Pireo. I bergamaschi, il cui passaggio agli ottavi si gioca a 1,36, sfidano per la prima volta i greci, in quota a 3,00, che punteranno sul calore del pubblico al Karaiskakīs, uno degli stadi più difficili da espugnare. I nerazzurri sono consapevoli di avere le carte in regola per eliminare l’Olympiacos ma sanno benissimo di non poter sottovalutare nessuno in ambito europeo perché la sorpresa può essere sempre dietro l’angolo.

Sisal ricorda sempre che il gioco è vietato ai minori e che bisogna giocare sempre con consapevolezza e moderazione.