“Solo un folle, tre anni fa, pensava di poter arrivare in finale: quel signore lì, Roberto Mancini”. Così Federico Bernardeschi celebra l’accesso dell’Italia in finale a Euro 2020 omaggiando il Commissario Tecnico che ha portato l’Italia a giocarsi il titolo. Sarà la quarta finale europea della Nazionale italiana, la terza del nuovo millennio, con un bilancio che parla di una vittoria, nel 1968, e due sconfitte, 2000 e 2012.

L’Italia, partita in sordina tanto da essere all’inizio solo la quarta favorita dietro a Francia, Inghilterra e Belgio, è adesso davanti a tutti per il successo finale, secondo gli esperti di Sisal Matchpoint, tanto che replicare il titolo di 53 anni fa si gioca a 1,85. Ovviamente bisogna attendere ancora di conoscere il nome dell’avversaria di domenica sera a Wembley che sarà una tra Inghilterra, vincente a 2,50, e Danimarca, il cui successo pagherebbe 9 volte la posta.

Con entrambe le nazionali il nostro bilancio non solo è in attivo ma con nessuna delle due l’Italia ha mai perso agli Europei: due vittorie, una ai rigori, con gli inglesi e un pareggio e una vittoria con i biancorossi danesi. Chi dimostra di credere nell’Italia, oltre a Roberto Mancini, sono anche i giocatori di Sisal Matchpoint visto che il 45% di loro ha puntato sulla vittoria degli Azzurri. Il 17% di loro ha dato fiducia all’Inghilterra mentre solo il 2% crede che la Danimarca possa bissare il titolo del 1992.

Sisal ricorda sempre che il gioco è vietato ai minori e che bisogna giocare sempre con consapevolezza e moderazione.