Ci sono incubi che, in ambito calcistico, difficilmente spariscono con il passare degli anni. La Roma, in questo senso, ne ha due: Liverpool e Lecce. Così domani sera all’Olimpico, i capitolini iniziano la rincorsa alla decima Coppa Italia, che significherebbe anche Stella d’Argento sulle maglie, proprio contro i salentini oggi allenati da un ex come Marco Baroni. La formazione di Mourinho, re di coppe nazionali con ben 8 successi all’attivo in quattro nazioni, è nettamente favorita, secondo gli esperti di Sisal Matchpoint, a 1,36 contro il 9,00 del Lecce mentre per il pareggio si scende a 5,50. Roma decisamente avanti anche per il passaggio turno ai quarti vista la quota di 1,12 rispetto al 6,00 con cui sono quotati gli ospiti. Le due formazioni, che in Coppa Italia si sono incrociate solo nell’agosto del 1982, hanno sempre dato vita a gare ricche di gol: normale che l’Over sia offerto a 1,57 rispetto all’Under, in quota a 2,25. Il Lecce solo una volta ha espugnato l’Olimpico, nel famoso 2-3 del 20 aprile 1986 che costò alla Roma di Eriksson uno scudetto praticamente vinto: ripetere l’impresa domani sera pagherebbe 70 volte la posta mentre lo stesso risultato esatto ma in favore di Abraham e compagni, si gioca a 28.

Sebbene il bomber inglese rimanga il candidato principale a entrare nel tabellino dei marcatori, la rete numero 15 in stagione di Tammy Abraham è data a 1,90, Henrikh Mkhitaryan vuole regalarsi una notte da ricordare. Il fantasista armeno, che domani taglia le 100 gare in maglia romanista, sa come far male al Lecce visto che due anni fa fu protagonista con gol e assist contro i salentini: bissare quella prestazione si gioca a 6,50. Baroni invece spera che Francesco Di Mariano, cresciuto nelle giovanili della Roma, possa realizzare il classico gol dell’ex: la rete del numero 10 del Lecce pagherebbe 5 volte la posta.

Sisal ricorda sempre che il gioco è vietato ai minori e che bisogna giocare sempre con consapevolezza e moderazione.