La squadra capitanata da Filippo Volandri e con in campo Sinner e Berrettini inizia il suo percorso verso la fase finale di Malaga: primi avversari i croati, contro cui arrivò la sconfitta decisiva lo scorso anno. Il trionfo finale a 3,50

Bologna si prepara a spingere l’Italia alle finali di Coppa Davis. Quattro gironi da quattro nazionali ciascuno, uno – quello che vedrà protagonisti gli azzurri – in Emilia-Romagna, con due posti in palio per Malaga. Il capitano Filippo Volandri schiererà Jannik Sinner (nella foto), Matteo Berrettini, Lorenzo Musetti, Fabio Fognini e Simone Bolelli, per conquistare uno dei due pass per la fase finale in programma a novembre. Il girone che comprende anche Argentina e Svezia si apre mercoledì contro la Croazia (orfana di Cilic), che lo scorso anno sconfisse l’Italia nei quarti di finale: le quote Snai per il testa a testa vedono gli azzurri ampiamente favoriti (si gioca sulla lunghezza dei tre match, due singolari e un doppio) a 1,25, con il successo croato a 3,50. 

Antepost – L’Italia è la grande favorita per il primo posto nel girone: gli azzurri, dopo aver affrontato mercoledì la Croazia, se la vedranno venerdì contro l’Argentina e domenica contro la Svezia e partono da una quota di 1,20. Ma i bookmaker danno grande credito al tennis italiano, tanto da piazzare il successo finale a 3,50, quota identica a quella della Spagna – impegnata nel suo girone a Valencia contro Canada, Serbia e Corea del Sud – che almeno inizialmente non schiererà il nuovo numero 1 del mondo Carlos Alcaraz, reduce dal trionfo allo US Open. Più indietro, invece, gli Stati Uniti a 6,50 mentre vale 10 volte la posta un trionfo di una tra Australia, Canada o Serbia. 

Articolo precedenteADM, il direttore Minenna ha partecipato al convegno “Il gioco illegale e i suoi disvalori, il gioco minorile e la ludopatia”
Articolo successivoCoordinamento Ippodromi, D’Alesio: “Settore in ginocchio a causa del gravissimo aumento dei costi dell’energia”