Il girone di andata di Serie A si è concluso con il Napoli che ha praticamente fatto il vuoto dietro di sé. La formazione di Luciano Spalletti, a metà campionato, ha 12 lunghezze di vantaggio sul Milan, 13 su Inter, Lazio e Roma e addirittura 27 sulla Juventus, penalizzata di 15 punti per il caso plusvalenze. Distacchi abissali che vedono il Napoli con le mani sullo scudetto: secondo gli esperti Sisal infatti la formazione di Spalletti che a giugno festeggia il titolo di Campione d’Italia è offerta a quota rasoterra, 1,12. Sia Milan che Inter si aggrappano alla matematica per sperare in una rimonta che, ad oggi, appare davvero molto, molto complicata. Sia i campioni d’Italia, sia i nerazzurri sono dati vincenti a 12. In attesa di capire se la penalizzazione della Juventus verrà confermata oppure no, i bianconeri, al momento staccatissimi, rimangono la quarta forza del campionato visto che il loro scudetto si gioca a 20.

Il Napoli però non guarda solo al titolo ma anche, giustamente, al record di punti in Serie A. osimhen e compagni sono la terza squadra a chiudere il girone di andata con 50 o più punti: prima dei campani solo Juventus, nel 2013-14 e nel 2018-19, e l’Inter, nel 2006-07, erano riuscite nell’impresa. Proprio i bianconeri di Antonio Conte, nove anni fa, stabilirono il record con ben 53 punti nelle prime 19 giornate e 49 nella seconda parte del campionato. Per battere questo incredibile primato, il Napoli dovrà alzare ancora di più il livello e accumulare ben 53 punti sui 57 ancora a disposizione. Impresa non facile ma questa squadra ha mostrato, finora, di non porsi limiti. Il Napoli di Spalletti che supera quota 102 punti pagherebbe 12 volte la posta.

Sisal ricorda sempre che il gioco è vietato ai minori e che bisogna giocare sempre con consapevolezza e moderazione.

Articolo precedenteKindred pubblica le metriche del gioco d’azzardo responsabile
Articolo successivoLotto e 10eLotto: ecco i top 10 numeri ritardatari e le vincite del 24 gennaio