Si chiude nel modo più duro la stagione dell’Italia. Gli Azzurri, al Borussia Park, vengono travolti dalla Germania che, per la prima volta in gare ufficiali, batte la Nazionale nei 90 minuti regolari. Una débâcle pesante per i ragazzi di Roberto Mancini che, a settembre, dovrà cercare di far cambiare marcia ai suoi ragazzi. La sconfitta con i tedeschi arriva però dopo l’eliminazione dal Mondiale e la figuraccia con l’Argentina nella Finalissima, tutte situazioni che pongono domande sul futuro di Mancini alla guida della Nazionale. Gli esperti Sisal sembrano non avere dubbi circa la guida tecnica dell’Italia tanto che danno la conferma dell’attuale CT a bassa quota, 1,20. Ma, si sa, nel mondo del calcio le sorprese, soprattutto in panchina, sono dietro l’angolo. Così sullo sfondo si fa largo Fabio Cannavaro, capitano dell’Italia campione del mondo nel 2006. L’ex difensore, tra le altre, di Juventus, Parma e Inter coronerebbe il sogno di guidare, questa volta dalla panchina, gli Azzurri dopo averli condotti magistralmente al quarto titolo iridato. Cannavaro nuovo CT azzurro si gioca a 6,00. 

Al momento la terza strada è quella che porta a Roberto De Zerbi, attuale allenatore dello Shakhtar Donetsk ma dal futuro ancora incerto. Il tecnico bresciano, profeta del calcio offensivo, non potrebbe mai rifiutare la chiamata della Nazionale italiana che continuerebbe sul solco tattico impostato da Mancini, ossia il 4-3-3. L’ipotesi di vedere l’ex tecnico del Sassuolo sulla panchina azzurra è data a 12.

Decisamente più lontane le piste che conducono a Maurizio Sarri e Gian Piero Gasperini, entrambi offerti a 16 ma confermatissimi da Lazio e Atalanta mentre il sogno di Claudio Ranieri di chiudere il cerchio della sua carriera guidando l’Italia pagherebbe 33 volte la posta.