Ventuno anni ad aspettare una rivincita. E, a partire da stanotte, nelle acque del Golfo di Hauraki, Luna Rossa cullerà il sogno di portare in Italia per la prima volta l’America’s Cup di vela cercando di strapparla ai campioni in carica di New Zealand.

Un’impresa che appare titanica anche secondo gli specialisti di Sisal Matchpoint che vedono i defender neozelandesi nettamente favoriti, a 1,40 per portare a casa il trofeo rispetto all’imbarcazione italiana vincente al doppio della quota, 2,80.

La barca capitanata da Peter Burling è avanti anche nel pronostico delle prime due regate poiché si gioca a 1,57 contro il 2,25 degli italiani. I numeri sono decisamente contrari all’imbarcazione di Bertelli: infatti in ben 29 edizioni su 35 totali, la barca campione in carica ha difeso il titolo. Inoltre New Zealand è la bestia nera di Luna Rossa avendola sconfitta non solo nella America’s Cup del 2000 ma anche nella finale della Louis Vuitton Cup del 2007 e del 2013.

Ma se c’è un uomo che sa come sconfiggere i neozelandesi quello è James Spithill, il timoniere di Luna Rossa. Nel 2013, infatti, il velista australiano con BMW Oracle si impose per 9-8 proprio contro New Zealand rimontando da 8-1 e realizzando una delle più grandi imprese veliche della storia.

Sisal ricorda sempre che il gioco è vietato ai minori e che bisogna giocare sempre con consapevolezza e moderazione.