Stand SNAI COGETECH
Stand SNAI COGETECH
Print Friendly, PDF & Email

Lo sfidante numero uno è il colombiano Gaviria, a 5,00 – Le speranze italiane si orientano su Colbrelli, a 12. Per Nibali un’impresa da 100 – Cavendish outsider a 20.

Indecifrabile, imprevedibile, aperta fino all’ultimo: la Milano-Sanremo, prima classica monumento in calendario, sfugge ai facili pronostici e non di rado premia gli outsider. Per l’edizione di domani, però, i quotisti Snai “isolano” due candidati su tutti: l’immancabile campione del mondo Peter Sagan (Bora-Hansgrohe) e il velocissimo colombiano Fernando Gaviria (Etixx-Quick Step). Il successo di Sagan, che la Sanremo l’ha sfiorata almeno tre volte negli anni scorsi, vale 4 volte e mezza la giocata, Gaviria è quasi appaiato a quota 5,00. I due si sono sfidati nell’ultima volata della Tirreno-Adriatico e Gaviria ha avuto la meglio. Ma domani, con quasi trecento chilometri sulle gambe, le carte in tavola potrebbero essere diverse.

Digiuno azzurro – L’ultima vittoria italiana risale a ben undici anni fa e la firmò Filippo Pozzato, che a 35 anni sarà ancora in gara. Ben difficile vederlo ancora tra i protagonisti, a giudizio dei quotisti Snai che piazzano il suo bis a quota 100. Molto più corpose le chance di Sonny Colbrelli, nono l’anno scorso a Sanremo e già vincente quest’anno in un rush della Parigi-Nizza. Lo sprinter della Bahrain-Merida è piazzato a 12 come terza scelta dopo Sagan e Gaviria, in compagnia di uomini veloci come Matthews e Degenkolb.

Viviani, il sogno a 33 – Tra gli altri, occhio a Cavendish, che la Sanremo l’ha vinta nel 2009 ma nelle ultime edizioni ha mostrato di soffrire i colli finali. In lavagna è a 20. Merita attenzione anche il campione olimpico Elia Viviani, che da mesi pensa solo a questa corsa: il suo trionfo è un colpo da 33 volte la posta. Ipotesi suggestive, i vecchi e gloriosi Boonen (50) e Gilbert (a 100). Nella lista degli estremi outsider, a 100, anche Nibali, che ha solo una soluzione: provare l’azione da lontano e buttarsi a capofitto dal Poggio.

Italia sul podio? Difficile – Il tabellone Snai presenta anche scommesse speciali sulla Classicissima sanremese. A proposito di italiani: dopo quattro anni di assenza assoluta (l’ultimo fu proprio Nibali, 3° nel 2012), un nostro corridore riuscirà a salire su uno dei tre gradini del podio? Il “No” è più probabile, a 1,45, il “Sì” è a 2,60. E ancora: il vincitore di domani sarà al suo primo trionfo nella corsa? Il “Sì” è preferito, a 1,50, considerato che i due favoriti Sagan e Gaviria non hanno mai vinto la Sanremo; il “No” è a 2,40.

Commenta su Facebook