“A star is born” fa il pieno di nomination e manda in orbita i due protagonisti – Cooper punta anche alla regia, ma il favorito è Alfonso Cuaron con “Roma”.

“A star is born” è la sorpresa delle nomination della 76ª edizione dei Golden
Globe Awards, i premi che saranno assegnati domenica dalla stampa estera iscritta all’Hollywood Foreign Press Association. Il remake diretto e interpretato da Bradley Cooper, con Lady Gaga nei panni di una cantante di talento che viene “scoperta” da un collega famoso, è nettamente favorito per il premio al Miglior film drammatico, offerto a 1,13 dai trader Snai. La pellicola si piazza davanti a “Se la strada potesse parlare”, a 7,00. Doppia cifra, a 14, per “Black Panther”, dedicato all’omonimo personaggio Marvel, e a “BlacKkKlansman” del regista di culto Spike Lee, mentre il biopic dedicato a Freddie Mercury, “Bohemian Rhapsody”, nonostante sia campione d’incassi, si piazza all’ultimo posto a 20. Per il premio alla Miglior commedia è in testa a 2,00 “Green Book”, che racconta l’amicizia tra un buttafuori italoamericano e un pianista afroamericano nell’America negli anni Sessanta. Seguono a 3,00 “La favorita” di Yorgos Lanthimos e a 3,50 “Vice ‐ L’uomo nell’ombra”, mentre “Il ritorno di Mary Poppins” vale 15 davanti a “Crazy Rich Asians” a 25.

Regia, Spike Lee a 15 ‐ Tra i registi, gli analisti SNAI hanno pochi dubbi: a vincere il premio sarà il messicano Alfonso Cuaron con “Roma” a 1,30, ma Bradley Cooper ‐ all’esordio dietro la macchina da presa con “A star is born” ‐ potrebbe sorprendere a 3,25. Più difficile, a 14, la vittoria di Adam McKay con “Vice”, il film su Dick Cheney, mentre Spike Lee insegue a 15. Poche chance anche per Peter Farrelly con “Green Book” a 18.
La coppia di “A star is born” convince i bookmaker: Bradley Cooper è favorito per la statuetta al Miglior attore a 1,25, davanti a Rami Malek per “Bohemian Rhapsody” a 3,25 e a Willem Dafoe, che ha vestito i panni di Van Gogh in “At Eternity’s Gate” e che vale 12. I giovani Lucas Hedges per “Boy Erased” e John David Washington per “BlacKkKlansman” si giocano rispettivamente a 22 e a 20.

Glenn Close e Nicole Kidman in corsa ‐ Tra le donne, Lady Gaga non teme rivali nella corsa al Golden Globe per la Miglior attrice a 1,28, davanti alla veterana Glenn Close per “The wife” a 3,75. A 15 Nicole Kidman per “Destroyer”, dietro Melissa McCarthy (12) per “Can You Ever Forgive Me?”, mentre Rosamund Pike chiude la lavagna a 18,00 con “A Private War”. Tra le non protagoniste, si punta a 1,70 su Regina King per “Se la strada potesse parlare”, con la Amy Adams di “Vice” a 2,25. Doppietta per “La favorita” con Emma Stone a 11 e
Rachel Weisz a 18, mentre la vittoria di Claire Foy per “First Man” vale 14. Per il premio al Miglior attore non protagonista si punta su Mahershala Ali per “Green Book” a 1,50, seguito dal giovane Timothée Chalamet per “Beautiful Boy” a 3,25. Sul podio anche Richard E. Grant per “Can You Ever Forgive Me?” a 5,00, mentre Sam Rockwell con “Vice” vale 18. Ultimo Adam Driver per “BlacKkKlansman” a 30.