Print Friendly, PDF & Email

Il mercoledì di Sant’Ambrogio, patrono di Milano, è tutto da vivere all’ippodromo del trotto La Maura con il Gran Criterium, corsa di Gruppo 1 per soli puledri di due anni.

Dedicata alla memoria di Giuseppe “Bepi” Biasuzzi – uno dei più importanti allevatori italiani sin dagli anni ’60 – la corsa è una vetrina importante per i trottatori di un’intera generazione, quasi una chiusura ideale del primo anno di attività agonistica prima delle corse “top” riservate ai cavalli di tre anni.

Alla partenza, dietro l’autostart, dodici possibili futuri campioni che hanno ottenuto il diritto a partecipare classificandosi nelle prime tre posizioni nei “criteria” disputati a Torino, Treviso, Roma e Napoli. La scelta del favorito quasi obbligata: Vivid Wise As. Figlio di Yankee Glide e Temple Blue Chip, corre per la scuderia partenopea Bivans, è allenato e guidato da Marco Smorgon. È ancora imbattuto: sei centri su sei, compreso il Gran Premio Anact a Napoli chiuso con il tempo di 1.13.00 al chilometro, il miglior riscontro cronometrico tra tutti i 12 finalisti del Gran Criterium. Andrà in pista con il numero 1 e senza dubbio è il classico “cavallo da battere”, come confermato dai quotisti Snai che hanno calcolato per lui quota 1,40.

Subito alla sua destra nello schieramento Vampire Dany: figlio di Conway Hall e Illusion Dany, è nipote del grande Varenne e ha un curriculum molto simile a quello di Vivid Wise As con cinque vittorie in sei corse disputate. A La Maura si è imposto il 1 novembre scorso nel Premio Charly Du Noyer, corsa di contorno del Gp Orsi Mangelli, dominando per gran parte del tracciato: dopo 700 metri si è preso la testa e non ha più lasciato spazio agli avversari. Sempre nel Premio Du Noyer, Vampire Dany ha stabilito il suo primato personale al km (1.14.2) senza però forzare troppo i ritmi di corsa. La sua scuderia è la Wave, il training è di Erik Bondo, la guida è affidata a Roberto Andreghetti. Vampire Dany ha ottenuto la qualificazione la qualificazione vincendo il Criterium di Roma; la quota è 3,50.

Tra i due litiganti, l’unica con possibilità di inserirsi sembra essere Volturina Jet, femmina della scuderia milanese Sant’Eusebio, figlia di Ken Warketin ed Eterea, nipote di Indro Park (vincitore del Gran Criterium 1987). A Milano lo scorso settembre ha vinto per dispersione nelle qualificazioni per le Breeders Course, arrivando poi terza nella finale all’ippodromo di Wolvega. Guidata da Vincenzo P. Dell’Annunziata, partecipa grazie alla vittoria del criterium di Treviso ma il suo record personale (1.14.8) porta a 16 la sua quota.

Enrico Bellei siederà in sulky a Vicky Laksmy, puledro presentato dalla scuderia D’Altemps, che nelle qualifiche a Roma ha visto interrompere la sua serie di quattro vittorie consecutive piazzandosi secondo dietro Vampire Dany. Genealogia di tutto rispetto (genitori Ganymede e Picture of Muscles, nonno Muscles Yankee), a Milano in settembre ha vinto il Premio Dorothy Wise: i precedenti cronometrici sembrano tenerlo lontano dalle posizioni di testa (primato personale 1.15.1) e in più partirà con il numero 6, quota 21.

Dopo questi quattro cavalli si passa già alle possibili soprese: la vincitrice della prova di qualificazione di Napoli, Volcada Bar, nonostante si presenti dopo quattro vittorie consecutive non scende sotto quota 31. Vagabondo, Vincerò Gar, Varden Baba e Valchiria Op sono tutti a 51, Valzer Di Poggio, Very Much Mmg e Vanity Ans salgono sino a 101.

Più equilibrio nel Gran Criterium Filly, Gruppo 2 per sole femmine: Vanesia Ek, seconda nel Gran Premio Anact, sembra avere una marcia in più rispetto alle altre ed è quotata 2,50, ma dovrà tenere d’occhio Vera Wise As che partirà subito alla sua sinistra e potrebbe tentare di “infilarla”, quota 5,00. Vanatta è piazzata più all’esterno nello schieramento ma dalla sua parte ha il record personale di 1.13.8 fissato a Milano nello scorso ottobre e di conseguenza non va esclusa (6,00) così come Vale Capar che potrebbe far valere scatto e velocità (7,00).

La posizione “in corda” (la più vicina al bordo interno della pista) permette di calcolare in 11 la quota di Vertudes e Vanessa Tor, mentre Viola Grif potrebbe avere difficoltà a farsi avanti dalla seconda fila dello schieramento (16). Il numero 8 penalizza Vittoria Op la cui quota sale sino a 21. Le compagne di scuderia Virus e Violetta Holz salgono a 101, infine Volpoca Jet con una quota “impossibile” a 301.

Domani saranno disputate complessivamente otto corse, la prima con partenza alle ore 12.45. I cancelli apriranno alle ore 10.30, tutte le corse potranno essere seguite in diretta sui canali Unire Sat (220 Sky), Unire Tv (nei punti di accettazione scommesse) e in streaming sul sito www.snai.it.

Commenta su Facebook