Grandi eventi per celebrare il centenario dell’impianto liberty milanese: imperdibili il concerto di Dardust ai piedi del Cavallo di Leonardo e la mostra. “100 anni di emozioni”, che sarà inaugurata durante le Giornate FAI di Autunno

L’Ippodromo Snai San Siro, l’unico impianto ippico al mondo dichiarato monumento di interesse nazionale, compie 100 anni. Per celebrare questo importante anniversario Snaitech, società proprietaria dell’impianto, ha dato vita ad alcune importanti iniziative.

L’Ippodromo Snai San Siro non è solo un tempio dell’ippica, è un luogo unico dove sport, arte, cultura, costume e natura si fondono dando vita ad un connubio straordinario – spiega Fabio Schiavolin, amministratore delegato di Snaitech –. Ed è proprio per far conoscere a tutti la storia di questo straordinario impianto che, nel centesimo anno dalla sua inaugurazione, abbiamo realizzato la mostra ‘100 anni di emozioni’. Si tratta di un altro passo nel percorso di valorizzazione dell’Ippodromo che abbiamo avviato ormai cinque anni fa e che ci ha portato ad incrementare i visitatori dai 95.000 del 2015 ai quasi 270.000 del 2019.

Si parte il 16 ottobre con il concerto in streaming di Dardust: pianista italiano tra i più ascoltati al mondo, compositore e produttore d’eccezione, firma di alcune tra le più importanti hit italiane dell’ultimo periodo, Dardust si esibirà con un quintetto d’archi ai piedi del Cavallo di Leonardo, illuminato per l’occasione da un light show. L’evento sarà trasmesso in diretta sulla pagina Facebook dell’Ippodromo Snai San Siro a partire dalle 19.30 e il contenuto video rimarrà disponibile per la visione on demand per i 7 giorni successivi alla diretta. Sarà un concerto speciale e suggestivo, durante il quale arte e musica si incontreranno creando un’atmosfera magica ed emozionante: durante l’esibizione saranno infatti svelati in anteprima esclusiva i contenuti della mostra “100 anni di emozioni”, che verrà inaugurata il giorno seguente.

Realizzata da Snaitech con la curatela del Professor Stefano della Torre, docente di restauro al Politecnico di Milano e patrocinata dal Comune di Milano, la mostra permanente “100 anni di emozioni” celebra il centenario dell’impianto. Frutto del genio dell’architetto Paolo Vietti Violi, l’Ippodromo Snai San Siro fu inaugurato il 25 aprile 1920 diventando subito un punto di riferimento per tutti gli impianti edificati in seguito. L’Ippodromo è il posto dove per decenni nobili e cittadini comuni hanno condiviso una stessa passione, quella per le corse. Ma è anche il luogo dove Luchino Visconti, prima d’essere regista neorealista, vince da allenatore il Gran Premio di Milano, con un cavallo acquistato per sole 1.500 lire da Federico Tesio. Tra i viali dell’impianto hanno passeggiato personaggi leggendari, come Ernest Hemingway che, ferito sul Piave e convalescente a Milano, cerca nelle corse pace e spensieratezza, poi ricordate nel suo capolavoro ‘Addio alle armi’. Queste e molte altre storie sono raccontate all’interno della mostra, che illustra attraverso stampe d’epoca, fotografie e testi, l’evoluzione storico-architettonica di un luogo unico nel suo genere.

La mostra “100 anni di emozioni” sarà aperta per la prima volta al pubblico nel weekend del 17 e 18 ottobre dalle ore 10 alle ore 18, in occasione delle Giornate FAI d’Autunno. Per il terzo anno di fila, l’Ippodromo Snai San Siro si conferma uno dei gioielli da scoprire inseriti nella lista del FAI – Fondo Ambiente Italiano. Oltre alla mostra, ci saranno molte altre sorprese ad attendere i visitatori che, guidati dai volontari del FAI, potranno scoprire le note bellezze di questo magnifico luogo: dal parco botanico con le 55 specie differenti registrate e cartellinate al Cavallo di Leonardo, una delle più grandi sculture equestri al mondo. Inoltre, per la prima volta i partecipanti all’evento potranno inoltre ammirare i 13 magnifici Cavalli di Design del Leonardo Horse Project, riproduzioni in scala del Cavallo di Leonardo personalizzate da artisti di fama internazionale e collocate all’interno del parco. Per garantire il pieno rispetto delle norme di sicurezza sanitaria, le visite si effettueranno in gruppi ristretti con prenotazione online vivamente consigliata su www.giornatefai.it.