«Dopo ben 70 giorni di stop finalmente si torna a correre. Sono stati mesi duri e tristi – afferma il Presidente della ASSOCIAZIONE SPORTIVA DONNE GALOPPO SELLA TROTTO, Paola Palmieri, – dove però neanche per un giorno i cavalli sono stati sacrificati in nome del Covid 19.
Le mie associate ma,in realtà tutte le donne che operano nel settore, hanno lavorato nel rispetto delle regole mettendo al primo posto il benessere del cavallo.
Trentacinque ippodromi riapriranno anche se al momento a porte chiuse e con tutte le difficoltà del caso viste le non facili procedure del protocollo diramato dal Comitato tecnico scientifico per correre in sicurezza.
Tanti saranno gli scogli da superare prima di tornare alla normalità non per ultima la rimodulazione dei calendari e dei programmi e proprio a seguito di tutte queste problematiche auspichiamo un disegno di riforma dell’intero settore che sarebbe giusto fosse riconosciuto come totalmente agricolo».