Print Friendly, PDF & Email

Questa associazione ha molto apprezzato le parole del Governatore della Regione Veneto Luca Zaia che all’inaugurazione di Fiera Cavalli ha detto testualmente: “Vogliamo rivoluzionare l’ippica ed il Ministro Centinaio ha i numeri per farlo” aggiungendo anche che “ l’ippica non muore”.

Dopo queste parole e dopo le dichiarazioni e le molto positive iniziative già assunte dal Ministro Centinaio vogliamo esprimere tutta la nostra fiducia in questo Governo che dopo anni di abbandono e di totale disinteresse da parte del precedente Ministro, finalmente ha intrapreso la strada che potrà rilanciare il settore.

A nostro parere i seguenti “principi” sono fondamentali per giungere ad una “buona” e “rivoluzionaria“ Riforma:

L’ippica non e’ un gioco.
L’ippica e’ uno Sport.
Gli ippodromi sono dei teatri dove si svolge una meravigliosa ed antica competizione sportiva.
Obiettivo: riportare il pubblico negli ippodromi.
L’ippica e’ Agricoltura ed Allevamento.
L’ippica e’ Tempo Libero, Turismo e Passione verso i meravigliosi cavalli.
Gli assi portanti del Settore sono l’intera Filiera: Allevatori, Proprietari, Professionisti, ippodromi.
La Partecipazione dei Comuni al rilancio del Settore.

Proponiamo quindi al Ministro la costituzione di un Tavolo di Lavoro presenti le rappresentanze della Filiera, come peraltro fece a suo tempo Luca Zaia, dove poter discutere della Riforma complessiva ed anche delle emergenze che stiamo vivendo in questo difficilissimo momento, come i ritardi dei pagamenti agli ippodromi ed agli operatori.

Nella riunione già convocata dal Ministro Centinaio per il 30 Ottobre p.v. ci presenteremo con queste proposte augurandoci che questi “principi” siano largamente condivisi dall’intera Filiera e si possa giungere presto alla costituzione di un nuovo Soggetto che con competenza, responsabilità e conoscenza del Settore, possa gestire l’ippica in sintonia ed in collaborazione strettissima con il Ministero delle Politiche Agricole.

Coordinamento Ippodromi
Il presidente
Attilio D’Alesio

Commenta su Facebook