Il presidente del Coordinamento Ippodromi, Attilio D’Alesio, scrive una lettera aperta al Ministro Teresa Bellanova e al Sottosegretario, Giuseppe l’Abbate.
«Questa Associazione – afferma D’Alessio – ha avuto modo di leggere l’emendamento all’Art 20 del DL n 1883 presentato dai Senatori Vono Gelsomina e Grimani Leonardo del Gruppo Italia Viva in merito alla” semplificazione e razionalizzazione delle funzioni riguardanti il settore ippico”, trasferendo al CONI le procedure svolte oggi dal Ministero delle Politiche Agricole tra cui: l’organizzazione delle corse dei cavalli, la nomina dei giudici, la valutazione degli ippodromi, il finanziamento alle società di corse, il coordinamento delle attività degli ippodromi,il pagamento dei premi,la titolarità del segnale televisivo.
Dai tempi della chiusura dell’Unire questa Associazione, insieme ad altre, ha sempre sostenuto , essendo le corse dei cavalli una antica e storica competizione sportiva, la necessità di una Governance dedicata o all’interno del CONI o dello stesso Mipaaf, con la presenza di tre federazioni: trotto, galoppo ed ippodromi e quindi apprezziamo l’iniziativa dei sopracitati Senatori, ma ci permettiamo di segnalarVi “ la necessità” di avere una Audizione in merito per poter meglio capire il contenuto dell’emendamento ed avanzare anche le nostre proposte per giungere ad una buona e positiva Riforma del Settore ippico, che versa, ormai da tanti anni in una crisi gravissima.
Restiamo in attesa di gentile riscontro e della convocazione della Audizione richiesta con la presenza delle associazioni rappresentative».