A testa alta Daniele raccolta la sua storia, da un sogno da realizzare a una realtà che oggi manca più di ogni altra cosa.

“Mi chiamo Daniele e ho 30 anni.

Sono il titolare di un agenzia di scommesse sportive a Palermo.

Tutto ha inizio nel gennaio del 2019 quando tra alti e bassi con il mio primo lavoro, a seguito di una chiacchierata con mio cognato decidiamo di investire sull’ apertura di una agenzia di scommesse. E così decido di farlo proprio con lui, già titolare di altri 2 centri.

I tempi burocratici sono lunghissimi, le varie autorizzazioni non sono così facili e veloci da avere e così finalmente dopo 5 mesi riusciamo ad avere ttto quello che ci serve. Tutto in regola.
È da un anno che faccio questo lavoro, ma è come se lo facessi da sempre e vorrei continuare a fare ancora per tanto tempo, perché mi appassiona e ho tanta voglia di crescere.

Non saranno di certo i nostri cari politici a farmi odiare tutto questo.

Si perché sono proprio rivolte a loro queste parole. A loro che con qualche ora in Parlamento hanno dei super stipendi e come se non bastasse hanno anche tantissimi altri privilegi.
Questo lavoro non conosce privilegi anzi questo lavoro è fatto di sacrifici perché si lavora 365 giorni all’anno e si sacrifica il proprio tempo che dedicheremmo ai figli, alle feste passate in famiglia e al proprio tempo libero!

Vorrei tanto trovarmi a fare due chiacchiere con tutti quei politici che con tanta arroganza disprezzano il nostro settore e ci fanno apparire a gli occhi della gente come dei mafiosi.

Io non penso né di rubare né di spacciare, tanto meno di fare gioco illegale perché siamo i primi a pagare le tasse. Anzi forse siamo tassati più del normale.
Volete fare apparire le nostre agenzie come dei posti loschi, mentre la mia agenzia è quel posto che unisce persone anziane a ragazzi, e li accomuna la grande passione per il calcio. Dove passano qualche ora a guardare tutti insieme, seduti davanti ad uno schermo, una partita e a fare il tifo.

Potrei stare qui a scrivere ancora e descrivervi i miei clienti uno per uno, perché in così poco tempo si è instaurato un rapporto di confidenza e fiducia reciproca, e i clienti vengono con piacere. Perchè questa è la mia agenzia.
Con questo vorrei fare un grosso in bocca al lupo a tutti i miei cari colleghi e con la speranza di riaprire al più presto. Perchè a me quel posto dietro un pc manca davvero tantissimo. ”

 

 

SE HAI DA DIRE QUALCOSA ANCHE TU, VUOI RACCONTARE LA TUA STORIA DI LAVORATORE DEL GIOCO LEGALE, INVIA UNA EMAIL A [email protected]

o un messaggio via facebook alla pagina Jamma- Il quotidiano del Gioco

Ricordati di indicare il tuo nome