Sono tempi d’oro per il mercato del gioco d’azzardo online grazie alle restrizioni applicate agli esercizi di gioco terrestre a seguito dell’emergenza Coronavirus.

La chiusura imposta, prima ai soli esercizi pubblici dell’area ‘rossa’ interessata dal contagio da Coronavirus e limitata ad alcuni Comuni del Nord Italia, e successivamente a migliaia di punti specializzati di gioco (sale scommesse e sale bingo comprese), ha fatto registrare una impennata del fatturato dell’online.

E’ quanto certifica, con una comunicazione ufficiale, uno dei più importanti operatori di gioco e fornitore di servizi e software di gioco d’azzardo online quotato in borsa. GAN è il fornitore dei maggiori operatori di gioco online in Italia. Si calcola che attraverso i suoi clienti GAN controlli circa il 50% del mercato del gioco autorizzato online.

Secondo quanto fa sapere la società, dall’inizio dell’anno ha registrato  306 milioni di scommesse online nel mercato regolamentato italiano, con un aumento dell’ 8,4% rispetto all’anno precedente (282 milioni di scommesse nello stesso periodo)  .

A seguito dell’introduzione di alcune misure restrittive, il 23 febbraio scorso, ovvero le limitazioni all’orario di apertura degli esercizi pubblici compresi nella cosiddetta prima ‘zona rossa‘, l’incremento del numero delle scommesse registrate è stato pari a +13,9% nei successivi quattordici giorni successivi rispetto allo stesso periodo del 2019.  Per la società queste tendenza risulta confermata fino a marzo.

Numeri che verranno senza dubbio confermati attraverso i volumi delle giocate di marzo che l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli comunicherà nelle prossime settimane.

A febbraio il segmento dei giochi casinò style ha registrato una spesa di 78,1 milioni di euro, in crescita del 27,2% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente.