La spesa mensile media per il gioco d’azzardo delle famiglie italiane è stata di poco superiore a 2 euro al mese. E’ quanto certifica l’ISTAT nelle ultime rilevazioni sulla spesa degli italiani.

Secondo l’istituto di ricerca statistica nell’anno della pandemia da Covid la spesa media mensile per nucleo familiare si è ridotta di quasi la metà passando da 3,91 euro ai 2,12 dell’ultimo anno.

Si tratta di un dato che fa riflettere sui numeri che nella maggior parte dei casi si attribuiscono alla spesa degli italiani per i giochi a vincita, confondendo la spesa effettiva con il volume delle giocate (al lordo delle vincite). Un meccanismo che evidentemente non sfugge all’istituto di statistica.

E’ interessante rapportare questo dato con le spese per le altre attività ritenute ricreative, la maggior parte dei quali, nelle stesso periodo ha risentito fortemente delle restrizioni introdotte per contrastare la pandemia.

Per i servizi culturali ogni famiglia ha speso mediamente, al mese, 10,9 euro, contro i 18 euro del 2018. Molto forte la riduzione per cinema e teatri (tra le attività più danneggiate dal lockdown) con una spesa di appena 1,7 euro, contro i 6,23 del 2019. Scende, anche se di appena un euro al mese, anche la spesa per giornali e periodici, assestandosi a 4,3 euro.

L’istituto di statistica offre uno spaccato anche sulla tipologia di famiglia in relazione alla scelta di spendere per giocare. Smentito l’assioma che a giocare siano coloro che hanno un titolo di studio più basso, i dati ci dicono che a giocare sono più le famiglie la cui persona di riferimento ha un diploma di scuola media e scuola media superiore, rispetto a chi non ha un titolo di studio. E’ invece di 1,83 euro al mese la spesa per famiglia nel caso in cui la persona di riferimento ha conseguito una laurea.

Una spesa media mensile di 2,12 euro risulta essere davvero poco rispetto alla spesa media mensile che l’ISTAT quantifica in 2.328 euro al mese per famiglia. Al primo posto, tra le voci di spesa, quelle non alimentari, a partire da luce, gas ecc. Bevande alcoliche e tabacchi incidono invece per circa 42 euro al mese. mc