Sono sempre meno le richieste inoltrate a Apple per la rimozione delle app che consentono l’accesso ai servizi di gioco d’azzardo.

Secondo quanto riportato nell’ultimo report sulle richieste arrivate ad Apple da enti governativi, nei primi sei mesi del 2019 solo Russia e Cina hanno presentato richieste per la rimozione di app per il gambling ricollegabili a società non autorizzate.

Nel periodo compreso tra gennaio e giugno 2019 Apple ha rimosso 314 app dall’App Store, a seguito delle 658 richieste ricevute nel semestre precedente. Le richieste sono state formulate sulla base di violazioni legali da enti governativi.

La Russia ha presentato 5 richieste per un totale di 16 app e nella maggior parte dei casi si tratta di casi di violazione della normativa nazionale per il mancato rilascio di licenze. Le app rimosse sono in tutto 15.

Anche nel caso delle richieste provenienti dalla Cina si tratta nella maggior parte dei casi di app per il gioco d’azzardo.