L’industria del gioco d’azzardo si conferma come “bersaglio ideale estremamente redditizio” per i criminali informatici, in parte a causa della sua continua crescita e del progresso tecnologico, secondo la società di sicurezza informatica Imperva .

Secondo l’ultimo report sugli attacchi DDoS (Distributed Denial of Service) nel primo trimestre del 2022, Imperva ha scoperto che gli attacchi contro più settori stanno “raggiungendo nuovi record “, in parte alimentati da disordini geopolitici dovuti a eventi come la guerra russo-ucraina.

Durante il secondo trimestre del 2022, Imperva ha rilevato e mitigato attacchi DDoS da record, che sono stati in grado di mantenere tassi estremamente elevati per un periodo di diverse ore anziché di pochi minuti. Questa nuova tendenza sottolinea la necessità di una soluzione di mitigazione che fermi gli attacchi DDoS in pochi secondi.

Ecco alcuni punti salienti del rapporto di questo trimestre:

Il numero dei principali attacchi DDoS (oltre 500 Gbps) è aumentato del 287% Imperva ha rilevato un attacco DDoS da 10 milioni di Rps che utilizzava solo 12.000 IP e mitigato un record di 25,3 miliardi di richieste che misuravano 3,9 milioni di Rps in un singolo attacco

Gli attacchi ripetuti sono aumentati in questo trimestre, con il 91% degli attacchi DDoS a livello di rete che vengono presi nuovamente di mira entro 24 ore

Gli hacktivisti stanno sfruttando gli attacchi DDoS per interrompere i siti web del governo in Ucraina, Russia e Israele

Nel caso del gioco d’azzardo, l’azienda ha citato la crescita del settore a circa 81 miliardi di dollari nel 2022, così come il crescente utilizzo di tecnologie come la blockchain, come dimostrato dall’aumento delle scommesse sportive e dei casinò crittografici, come ragioni per aumentare il targeting, con L’Asia che è diventato ormai il mercato più importante. 

Un attacco DDoS cerca di interrompere o chiudere un servizio online. Per quanto riguarda il gioco d’azzardo, viene probabilmente utilizzato come strumento per reindirizzare i clienti da una pagina Web all’altra, potenzialmente per incanalare gli scommettitori verso aziende del mercato nero. 

“È probabile che se lavori nel settore del gioco d’azzardo, il tuo business online subirà attacchi DDoS. L’Asia-Pacifico è stata la regione più grande in questo mercato nel 2021. Nel 2022, cinque account su 10 verrano attaccati dall’Asia”, precisa il rapporto di Imperva.

Gli attacchi si verificano spesso durante eventi chiave nel programma delle scommesse, come eventi sportivi molto popolari: in Europa, potrebbero essere i tornei di calcio come Premier League, Bundesliga, La Liga e il Campionato femminile di EURO 2022, recentemente concluso, o importanti eventi ippici.

Negli ultimi 12 mesi, Imperva ha scoperto che il 40% dei siti di gioco d’azzardo è stato attaccato e l’80% è stato attaccato più di una volta, con il 25% degli operatori online attaccato nell’ultimo mese del secondo trimestre e il 10% nell’ultima settimana. 

Imperva ha spiegato: “Per mettere questo in prospettiva, se una società di gioco d’azzardo online genera $ 1 miliardo di entrate all’anno, un attacco DDoS prolungato le metterebbe a rischio di perdere circa $ 115.000 l’ora. 

“Con l’80% dei siti di gioco d’azzardo attaccato più di una volta, si tratta di una notevole perdita di entrate, il che rende gli attacchi DDoS una sfida significativa per questo settore”.

In generale, il settore bancario e finanziario è stato l’obiettivo principale degli attacchi DDoS, rappresentando il 36,2% degli incidenti, seguito da comunicazioni (28,2%), intrattenimento (19,4%), produzione (10,9%) e tecnologia (2,4%).

Articolo precedenteSerie A. Milan: insidia Atalanta per i Campioni d’Italia. Immobile, in gol a 2,00 su Sisal.it, guida la Lazio contro il Torino
Articolo successivoSerie A: per il Milan subito l’esame Atalanta: per i bookie avanti gli uomini di Pioli. Allegri sfida Giampaolo, quote bianconere al “Ferraris”