Bloccati per 30 giorni i procedimenti di rilascio di autorizzazioni per esercizi di giochi e scommesse da parte della Autorità di pubblica sicurezza. E’ quanto prevede, nell’ultima versione, il decreto per l’emergenza ‘Coronavirus’.

Nella stesura (ormai quasi definitiva) del decreto legge con le misure di sostegno economico per l’emergenza Coronavirus, atteso sulla Gazzetta Ufficiale del 2 marzo, si prevede una serie di sospensioni di procedimenti con lo scopo di consentire la piena utilizzazione del personale della Polizia di Stato.

L’articolo relativo ai procedimenti amministrativi di competenza delle Autorità di pubblica sicurezza prevede che “A decorrere dalla data di entrata in vigore del presente decreto, al fine di consentire la piena utilizzazione del personale della Polizia di Stato, sono sospesi per la durata di trenta giorni:

a)i termini per la conclusione dei procedimenti amministrativi relativi al rilascio delle autorizzazioni, comunque denominate, di competenza del Ministero dell’interno e delle Autorità provinciali e locali di pubblica sicurezza in materia di armi, munizioni ed esplosivi, esercizi di giochi e scommesse, agenzie di affari, fabbricazione e commercio di oggetti preziosi, istituti di vigilanza ed investigazione privata, soggiorno degli stranieri, nonché dei procedimenti amministrativi concernenti le iscrizioni nei registri o negli elenchi previsti per l’esercizio di servizi di controllo nei luoghi di pubblico spettacolo e trattenimento o negli impianti sportivi”.

Misure urgenti di sostegno per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19. (20G00026)