Print Friendly

(Jamma) – Il Comune di Vigonza (PD) regolamenta gli orari di esercizio delle sale gioco autorizzate e quelli di funzionamento delle slot. Prima potevano rimanere aperte/accesi 24 ore, adesso appena 8: dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 22, compresi i festivi.

Al di fuori di questi orari la spina deve essere staccata, pena sanzioni da 25 euro a 500 euro; nei casi di particolare gravità o recidiva verrà applicata l’accessoria della sospensione dell’attività per le sale giochi, degli apparecchi per i bar.

Il sindaco Nunzio Tacchetto ha emesso l’ordinanza che attua la direttiva votata in febbraio dal Consiglio comunale in ossequio al contrasto alle dipendenze. «I dati dell’Usl sulla ludopatia sono preoccupanti e parlano di un aumento da 14 a 70 dei casi patologici trattati dal 2010 al 2014», spiega l’assessore alle attività economiche Attilio Miotto. Oltre a ridurre drasticamente l’apertura, l’ordinanza fa obbligo di esporre un cartello con l’orario di apertura della sala gioco o di funzionamento degli apparecchi e di rendere ben visibili i cartelli che indicano i rischi di dipendenza.

Commenta su Facebook