Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – Il candidato sindaco di Verona per il centrodestra, Federico Sboarina, dopo aver ricordato il suo passato incarico di assessore allo Sport nella prima giunta Tosi, si scaglia contro il gioco d’azzardo. Sboarina definisce l’azzardo «gioco sporco. E’ lo sport è il gioco pulito che piace a noi – aggiunge il candidato sindaco – e su cui investiremo nei prossimi anni anche con i privati disposti a fare investimenti».

Battaglia dura invece contro le slot machines: «non ci piace e combattiamo il gioco d’azzardo, porta alle ludopatie». Per Sboarina «Verona ha 5886 apparecchi, è la città in Veneto con il maggior numero di slot machine, praticamente la Las Vegas del Veneto». La lotta alla ludopatia consisterà nel «detassare i locali, bar e tabaccherie, che non hanno al loro interno alcuna slot machine. Una sorta di premio per chi attua buone pratiche, con l’obiettivo di far diventare Verona una città slot free».

Commenta su Facebook