Print Friendly, PDF & Email

(Jamma) – Per fermare la ludopatia l’amministrazione di Enrico Ioculano vuole adottare un’ordinanza sindacale che limiti gli orari di accensione delle slot machine. E ha quindi invitato i sindaci del comprensorio, nell’ambito di una riunione distrettuale che si terrà a breve, a valutare insieme le misure più idonee.

«In riferimento alla patologia da dipendenza da gioco d’azzardo – scrive Ioculano ai sindaci – che rappresenta un fenomeno sociale a discapito della salute pubblica, mi pregio condividere l’adozione di un’ordinanza sindacale che limiti le aperture delle sale slot e l’accensione degli apparecchi da gioco con vincita in denaro presenti nelle attività cittadine. Nonostante l’approvazione di un regolamento per contenere la diffusione del “gioco patologico”, che ha prodotto una contrazione dell’azzardo in città, il territorio che amministro risulta interessato da numerose installazioni di gioco con vincita in denaro, sia all’interno di locali destinati ad altra attività, sia quale attività a sé stante, ed al momento, non risultano assoggettati ad alcuna limitazione oraria. Per l’analisi dello strumento proposto, potremmo attivare un tavolo di confronto, per condividere in maniera unitaria questo provvedimento e far sì che su tutto il comprensorio del Distretto socio sanitario n. 1 sia adottata la stessa ordinanza sindacale, evitando un territorio “a macchia di leopardo”. Conscio delle difficoltà di mettere in pratica una “ingerenza nelle competenze statali”, ma in attesa degli sviluppi normativi in materia, penso sia doveroso, con gli strumenti a nostra disposizione, tentare di arginare il gioco d’azzardo, al fine di salvaguardare la salute ed il benessere psichico e socio economico dei nostri concittadini».

Commenta su Facebook